VENERDÌ 03 APRILE 2015, 002:30, IN TERRIS

TERRORISMO: EXPO, SINDONE E GIUBILEO NEL MIRINO

Lupi solitari e foreign fighters preoccupano Aisi e Copasir. Si muove la macchina della sicurezza

LUCA LA MANTIA
TERRORISMO: EXPO, SINDONE E GIUBILEO NEL MIRINO
TERRORISMO: EXPO, SINDONE E GIUBILEO NEL MIRINO
Il bersaglio, anzi i bersagli, sono grossi: esposizione della Sindone, Giubileo ed Expo. Tre eventi storici che porteranno nel nostro Paese milioni di persone per quasi due anni. Un'occasione ghiotta per la jihad, che potrebbe colpire in qualsiasi momento. Il livello di allerta è massimo tra chi si occupa di garantire la sicurezza sul territorio nazionale. Nessuna avvisaglia di possibili attentati in via di organizzazione o di cellule dormienti pronte a svegliarsi.

E' la nuova dimensione del terrorismo, quella di foreign fighters e lupi solitari. Individui perfettamente mimetizzati e integrati, che non appartengono ad alcuna formazione particolare. Ma giurano fedeltà al Califfato, ad Al Qaeda e compagnia cantando poche ore prima di colpire. Questa evanescenza li rende particolarmente pericolosi, perché se prevenire il colpo di un gruppo organizzato è possibile, leggere la mente di un jihadista occasionale è complesso.

Durante un'audizione al Comitato parlamentare per la sicurezza il numero uno dell'Agenzia informazioni e sicurezza interna, Arturo Esposito, ha detto a chiare lettere che la minaccia esiste. Tanto che si è reso necessario adottare le contromisure adatte: una rete di controllo, sul campo e informatica, per garantire l'incolumità a turisti, cittadini e pellegrini che visiteranno Roma, Torino e Milano in occasione dei tre eventi. E' proprio quello del lupo solitario il profilo a destare più preoccupazione. Disperati armati come Amedy Coulibaly o i fratelli Kouachi, che hanno tenuto in scacco la Francia e Parigi per 2 giorni. Ma, visti gli episodi di Istanbul, il timore è rivolto anche nei confronti dei movimenti anarco-insurrezionalisti, meno violenti e letali ma comunque capaci di creare disordini.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Doug Jones durante un comizio (repertorio)
USA|VOTO IN ALABAMA

Vince Jones, schiaffo a Trump

Il candidato dem prevale su Moore. I repubblicani perdono una roccaforte del sud