TERRORISMO: A PERUGIA ESPULSA UNA COPPIA DI ALBANESI VICINA ALLA JIHAD

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30

Due albanesi residenti in provincia di Perugia sono stati espulsi dal territorio nazionale in seguito ad un provvedimento di prevenzione in materia di terrorismo, firmato dal ministro dell’Interno Angelino Alfano. Dalle indagini della Digos è emerso il loro legame al mondo jihadista in quanto la coppia avrebbe fatto attività di proselitismo. I due sono stati rintracciati nella loro abitazione e condotti alla frontiera dopo la convalida del provvedimento disposta dal giudice di pace.

L’uomo si era trasferito in Italia da qualche anno e trovato lavoro nei pressi di Perugia come artigiano conduce una vita apparentemente tranquilla. Dopo essersi definitivamente stabilizzato, incontra una giovane, anche lei di origine albanese. Un amore a prima vista sfociato in un matrimonio che avrebbe portato la ragazza a sottomettersi ai dettami della Sharia e a lasciarsi condurre dal marito ad abbracciare la jihad.

Solo poche settimane fa la polizia di Milano ha arrestato due persone accusate di associazione con finalità di terrorismo. Secondo gli investigatori i due parlavano di voler colpire due basi militari di Ghedi, nel Bresciano, ma anche altri obiettivi in Italia, comrpese forze dell’ordine e la società per cui lavorava uno dei due.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.