Terremoto 4.0 a Catanzaro: evacuate le scuole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:55

Una scossa di terremoto è stata registrata in mattinata in Calabria, nella zona di Catanzaro. Secondo i primi dati diffusi dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), il terremoto è stato registrato alle ore 8.11 del 7 ottobre 2019, con epicentro nella provincia di Catanzaro. La magnitudo è 4.0 e l'epicentro è a due chilometri da Caraffa di Catanzaro e ipocentro ad una profondità di 27 km. Al momento non risultano danni ma gli istituti scolastici, a titolo cautelativo, sono stati fatti evacuare.

I comuni coinvolti

Tutti i comuni della provincia di Catanzaro entro i dieci chilometri dall’epicentro del terremoto che ha svegliato questa mattina la Calabria hanno avvertito chiaramente la scossa: oltre a Caraffa di Catanzaro, ci sono Settingiano, Marcellinara, Amato, Miglierina, Tiriolo, San Floro, Cortale, Borgia, Girifalco, Jacurso, Maida, Pianopoli. Con un tweet il Dipartimento della Protezione Civile comunica di essere in contatto con le strutture sul territorio: “Il terremoto è stato avvertito dalla popolazione, dalle prime verifiche non risultano feriti né danni”. Numerose le segnalazioni apparse sui social nei minuti immediatamente successivi al sisma. “Abbiamo sentito un colpo forte e poi ha tremato per 10 secondi circa”, ha scritto un utente su Twitter. “Sentito molto forte e durato diversi secondi, gran botta”, recita un'altra segnalazione apparsa su Twitter riportatta da Fanpage. “Molto forte, sentito a Catanzaro con un rumore sordo ed un'intensità che non ricordo da decenni”, si legge ancora. Insomma, tanta paura ma, sembrerebbe, nessun danno.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.