Sventato contrabbando di nicotina liquida

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:46

La Guardia di Finanza di Napoli che ha bloccato il traffico nel settore del mercato delle “sigarette elettroniche” e dei “liquidi da svapo”. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato nicotina liquida di contrabbando, proveniente da laboratori cinesi non meglio identificati, potenzialmente tossica e commercializzata in modo da mettere in atto una maxi evasione. Secondo un primo calcolo, sarebbe di oltre 1 milione di euro l'imposta di consumo sottratta all'Erario.

Dalla Cina

Per aggirare i controlli doganali, la sostanza potenzialmente tossica – circa 36 litri utili a produrre almeno 200.000 boccette di prodotto – veniva acquistata dalla Cina a circa 50/60 euro al litro con falsa documentazione riportante l'indicazione di prodotti diversi (generici “olii essenziali”).Il prodotto finito veniva smericato da due opifici di Melito di Napoli destinato a tutto il mercato europeo. Uno dei due opifici era inoltre sprovvisto della licenza doganale prevista per la lavorazione dei prodotti liquidi da svapo. Al suo interno, le Fuiamme Gialle hanno anche constatato la presenza di 26 lavoratori “in nero”.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.