DOMENICA 21 GIUGNO 2015, 16:39, IN TERRIS

SPARI A DETROIT E PHILADELPHIA, USA ANCORA SCONVOLTI DALLE ARMI

A tre giorni dall'eccidio di Charleston nuovi attentati e un morto. Sconosciuti i motivi

MILENA CASTIGLI
SPARI A DETROIT E PHILADELPHIA, USA ANCORA SCONVOLTI DALLE ARMI
SPARI A DETROIT E PHILADELPHIA, USA ANCORA SCONVOLTI DALLE ARMI
A soli tre giorni dalla strage di Charleston, in South Carolina – in cui un ragazzo bianco ha aperto il fuoco durante una funzione uccidendo 9 afroamericani – altri spargimenti di sangue dovuti al possesso di armi sconvolgono l’America. Sabato sera a Detroit una persona non ancora identificata ha sparato all’impazzata contro i partecipanti di una festa di compleanno che si stava svolgendo all’aperto, su un campo da basket. Al party erano presenti oltre 400 invitati. Il risultato dell'attacco, di cui si ignorano le motivazioni, è di un 21enne morto sul colpo e nove feriti, sei uomini e tre donne. Uno dei feriti è in condizioni molto gravi. La polizia sospetta che siano state due le armi semi-automatiche usate nell'attacco e che l'obiettivo fosse una persona in particolare, ma le indagini sono state ostacolate dalla reticenza dei testimoni.

Nelle stesse ore, a Philadelphia, una persona ha sparato su una festa di quartiere ferendo sette persone, fra cui tre bambini. In questo caso sembra che l’uomo armato abbia sparato a caso sulla folla, forse infastidito dalla confusione. Una bimba di appena 18 mesi è stata ferita al collo da un proiettile ed è ricoverata insieme ad un'altra di 11 anni e ad un bambino di 13. Gli altri feriti sono di età compresa tra i 22 e i 46 anni.

Gli Stati Uniti, alla luce di questi ultimi attentati, si interroga nuovamente sull’opportunità di mantenere libero l’accesso alle armi da parte dei singoli cittadini. Il diritto al porto d’armi è sancito dal secondo emendamento della costituzione americana. Scritto nel 1791, la sua interpretazione è da sempre oggetto di acceso dibattito poiché il paragrafo garantisce il diritto di possedere armi per difesa personale a "milizie organizzate", ma non è chiaro se si riferisca anche ai singoli cittadini. Recentemente la Corte Suprema degli Stati Uniti d'America - la più alta corte federale degli Stati Uniti - con una sentenza storica ha confermato, rafforzandolo, il diritto al possesso di armi anche per i cittadini, attualizzando la legge del 1700. Secondo le statistiche, una famiglia su due in America possiede un’arma. Impossibile, dunque, riuscire a prevedere degli attentati come quelli dei giorni scorsi e bloccare le persone dal “grilletto facile” prima che compiano una strage.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'incendio al Cameron House Hotel in Scozia
SCOZIA

Fiamme in un hotel di lusso: 2 morti

Le fiamme hanno distrutto una grande porzione della struttura turistica
Incendio in una fabbrica in India
INCIDENTI SUL LAVORO IN INDIA

Mumbai, rogo in una fabbrica di dolci: 12 morti

Il calore sprigionato dal rogo ha causato un rapido cedimento di parte della struttura
Altero Matteoli
POLITICA IN LUTTO

Morto l'ex ministro Matteoli

Fatale un incidente all'altezza di Capalbio. Cordoglio nel mondo delle istituzioni
Pier Carlo Padoan
CASO BANCHE

Padoan: "Mai autorizzati colloqui dei ministri"

Il titolare del Mef: "Sugli istituti di credito la responsabilità è di via XX Settembre"
Il premier austriaco Sebastian Kurz
AUSTRIA

Il governo Kurz giura tra le proteste

L'esecutivo sostenuto dall'ultradestra dell'Fpoe entra in carica. Manifestazioni a Vienna
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
Marco Orsi e Luca Dotto
NUOTO | EUROPEI

Dotto, Orsi, Sabbioni: a Copenaghen brillano le stelle azzure

L'Italia vince la classifica per nazioni del torneo continentale di vasca corta con 959 punti
Un tunisino durante le proteste del 2011
PRIMAVERE ARABE

La Tunisia celebra la "rivoluzione dei gelsomini"

Sette anni fa scoppiava la rivolta che portò alla caduta di Ben Ali
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018