Spara al ladro e lo uccide: indagato per eccesso di legittima difesa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50

Eccesso di legittima difesa. E' questa l'ipotesi di reato nei confronti del titolare di una rivendita di pneumatici di Monte San Savino che, questa mattina, nel corso di un'incursione a scopo di rapina, ha sparato e ucciso uno dei malviventi. L'uomo deceduto è un 29enne di orgine moldava, mentre il secondo uomo è riuscito a fuggire ed è ricercato dai carabinieri. 

Il caso

Fredy Pacini, 57 anni, titolare dlla rivendita di gomme, ha scoperto i due ladri all'interno della sua azienda intorno alle 3.30 di questa mattina. Parlando con il pm Andrea Clausani, l'imprenditore ha dichiarato di essersi svegliato per  rumori e di aver sparato alcuni colpi di pistola. Pacini, che negli anni ha subito 38 furti, ha dichiarato di aver preso l'abitudine di dormire all'interno della sua azienda proprio per evitare che si ripetessero episodi simili. Secondo le prime informazioni, il moldavo sarebbe stato colpito da due proiettili uno dei quali gli ha reciso l'arteria femorale provocando la morte.

Solidarietà da parte del ministro Salvini

Il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini ha espresso la sua solidarietà nei confronti del commerciante toscano. “Dopo il Decreto Salvini arriverà in Parlamento la nuova legge sulla Legittima Difesa. Io sto con chi difende se stesso e la sua famiglia – ha scritto in un post su Twitter – La mia solidarietà al commerciante toscano, derubato 38 volte in pochi mesi: CONTI SU DI NOI”.

#show_tweet#

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.