DOMENICA 05 APRILE 2015, 002:00, IN TERRIS

SICUREZZA AEREA, ORA LA GERMANIA DIVENTA "SOTTO OSSERVAZIONE"

Nel mirino la non conformità ai regolamenti europei in materia di sicurezza aerea, in particolare nel campo della supervisione medica

FABRIZIO GENTILE
SICUREZZA AEREA, ORA LA GERMANIA DIVENTA
SICUREZZA AEREA, ORA LA GERMANIA DIVENTA "SOTTO OSSERVAZIONE"
A pochi giorni dal disastro aereo provocato dal copilota suicida, le gravi responsabilità emerse sull'affidargli il compito di stare in cabina di comando hanno provocato le prime reazioni formali. L'Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea (Aesa), infatti, ha rilevato in Germania dei casi di non conformità ai "regolamenti europei in materia di sicurezza aerea, in particolare nel campo della supervisione medica".

Sul mancato rispetto delle direttive europee, la Commissione ha di fatto avviato alla fine del 2014 una procedura nei confronti di Berlino. La vicenda assume importanza alla luce delle prime conclusioni sul disastro dell'A320 Germanwings precipitato in Francia, la cui perdita sarebbe stata provocata intenzionalmente dal copilota Andreas Lubitz, che avrebbe diretto l'apparecchio contro il fianco di una montagna approfittando della temporanea assenza del comandante.

Lubitz aveva sofferto in passato di episodi di grave depressione e per questo motivo avrebbe interrotto per un periodo il suo addestramento; secondo la Lufthansa, proprietaria di Germanwings, il copilota - che il giorno del disastro avrebbe dovuto essere in malattia ma che non ha mai consegnato il relativo certificato alla compagnia - era "in grado al 100% di volare".

Intanto ieri un nuovo allarme ha interessato un aereo della Germanwings; il velivolo, sulla rotta tra Colonia/Bonn e Venezia, è stato deviato a Stoccarda per una perdita di carburante. Il volo AU 814era decollato da Colonia alle 9 e un'ora dopo è stato costretto alla manovra di emergenza, che si è conclusa con successo senza conseguenze per le persone a bordo.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Recep Tayyip Erdogan
CAOS GERUSALEMME

Erdogan al vetriolo: "Israele terrorista"

Il presidente turco apre il vertice dell'Oic: "La Città santa sia capitale della Palestina"