MERCOLEDÌ 11 SETTEMBRE 2019, 10:19, IN TERRIS

NAPOLI

Si travestono da carabinieri per rubare: 10 arresti

L'ultima rapina ai danni di una signora facoltosa sventata dai militari

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Divisa dei Carabinieri
Divisa dei Carabinieri
S

i fingevano carabinieri con tanto di divisa per rapinare la gente. E' sucesso a Napoli, dove un gruppo di 10 banditi dedito alla rapina di case e negozi è stato individuato ed arrestato dai militari della stazione di Napoli Marianella, a conclusione di una attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica. L’indagine è stata avviata dopo una violenta rapina nell’abitazione di un imprenditore nel settembre dello scorso anno nel quartiere di San Carlo Arena.


Il filone di indagini

Rapina, detenzione e porto abusivo d'arma da fuoco, sequestro di persona e furto in abitazione è la lunga lista di accuse del gruppo criminale che era dedito a furti in abitazione in diversi quartieri di Napoli e nelle città di Afragola e Marcianise (in provincia Caserta) nel periodo che va da settembre a dicembre 2018. Eseguita un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip. Quattro componenti dell'organizzazione erano stati già colpiti da analoga misura cautelare lo scorso 23 gennaio al termine di un primo filone dell'inchiesta. Le investigazioni seguite ai primi arresti hanno poi portato all’identificazione degli altri sei componenti del gruppo criminale a carico dei quali sono emersi indizi di colpevolezza in merito a un furto in abitazione e tre rapine, una delle quali sventata grazie all’intervento di una pattuglia di carabinieri. In dettaglio, riporta askanews.it, il furto in abitazione fu perpetrato nell’appartamento del vicino di casa di uno dei componenti del gruppo. In tale circostanza, per ritardare il rientro a casa della vittima, i malviventi gli avevano forato gli pneumatici dell'auto. Le due rapine, invece, avevano riguardato il titolare di un bar di Scampia e un dipendente di un centro scommesse dello stesso quartiere. In quella occasione, rapinatori si erano finti Carabinieri mettendosi divise dell'Arma e fingendo di effettuare perquisizioni. La terza rapina, quella sventata, era stata pianificata all’interno di un’abitazione di Marcianise. In questo caso, una dipendente di un negozio di parrucchieria aveva suggerito ai rapinatori, quale vittima possibile, una cliente particolarmente facoltosa. La donna era stata pedinata per molti giorni, le sue abitudini quotidiane studiate. Il proposito criminale del gruppo fu, però, bloccato sul nascere perché anche la banda veniva seguita e monitorata,  ma dai carabinieri. Bloccati e arrestati prima che entrassero in azione, il loro materiale fu interamente sequestrato: i militari trovarono e sequestrarono guanti, passamontagna, fascette per bloccare i polsi e una pistola giocattolo, fedele riproduzione di un’arma vera.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
MIGRANTI

La Ocean Viking salva 92 persone, tra loro minori non accompagnati

Le operazioni di soccorso a 30 miglia nautiche dalla costa della Libia
Cina, persone contagiate da coronavirus
EMERGENZA SALUTE

Virus misterioso, la Cina allarga il cordone sanitario

Quattro casi confermati in Australia, tre in Francia. Nel Regno Unito si cercano 2.000 persone recentemente rientrate dalla Cina
TERREMOTO

Turchia: sisma magnitudo 6.8. Morti e feriti

Diverse persone, almeno 30, sarebbero intrappolate sotto le macerie
SOS DEI COLTIVATORI

Dazi, -7,7% di esportazioni italiane negli Usa

Il pesante impatto economico della guerra commerciale di Donald Trump sull'agroalimentare Made in Italy. I contraccolpi del...
CONTRO IL DEGRADO CAPITALE

A salvaguardia della Fontana di Trevi

Oltre all'installazione della barriera protettiva, saranno controllate anche le vie d'accesso in funzione...
ANTISEMITISMO

"Qui ebrei" scritta choc sulla casa di un'ex deportata

A pochi giorni dal 70esimo anniversario dalla liberazione dei lager ancora un gesto antisemita
OMICIDIO SACCHI

Ecco perchè anche Anastasiya andrà a processo

Giudizio immediato per i sei indagati nell'inchiesta sull'omicidio di Luca Sacchi. Tra questi i due autori materiali...
GERMANIA

Sparatoria a Rot am See, 6 morti

Tragedia in una piccola città tedesca, dove un uomo armato ha aperto il fuoco in un edificio. Preso il killer
USA

Houston, esplosione in un palazzo

Ancora non è noto se ci siano vittime o feriti, così come sono ignote le cause dell'esplosione
PARLAMENTO EUROPEO

"Serve una task force Ue contro la tratta"

A Bruxelles, nella giornata di approfodimento sulla prostituzione coatta e il traffico di esseri umani, l'appello di don Aldo...
Locuste in Africa
KENYA, ETIOPIA E SOMALIA

Emergenza locuste in Africa: milioni di bimbi rischiano la fame

Save the Children: "In un giorno possono mangiare la stessa quantità di cibo di 90 mln di persone"
EMERGENZA SALUTE

Coronavirus, la Cina blocca i trasporti pubblici

Sono oltre 40 milioni i cittadini coinvolti. Chiusa parte della Muraglia cinese
SAN FRANCESCO DI SALES

"Le menzogne spogliano l'uomo di dignità"

Nel messaggio per la 54° Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, il Papa mette in guardia dalla "falsificazione...
Maltrattamenti in asilo - immagine di repertorio
ROMA

Maltrattavano bimbi, arrestate due maestre

Gli episodi di violenza in una scuola dell'infanzia alle porte della Capitale