GIOVEDÌ 14 SETTEMBRE 2017, 17:15, IN TERRIS

Firenze, segrega la figlia e la dà in sposa per 15 mila euro: arrestato il padre

La giovane è riuscita a collegarsi ad una wi-fi e, tramite la chat di un gioco per smartphone, è riuscita a chiedere aiuto a un suo coetaneo

AUTORE OSPITE
Firenze, segrega la figlia e la dà in sposa per 15 mila euro: arrestato il padre
Firenze, segrega la figlia e la dà in sposa per 15 mila euro: arrestato il padre
Choc a Firenze, dove una ragazzina di soli 17 anni è stata tenuta segregata in casa e promessa in sposa a un uomo che non conosceva in cambio di 15 mila euro. E' quanto ha ricostruito la polizia di Firenze che è riuscita a salvare la giovane e ad arrestare il padre.

Riduzione in schiavitù


La giovane, originaria dell'est Europa, è riuscita a scampare al fato che il padre aveva scelto per lei, chiedendo aiuto a un coetaneo attraverso la chat di un gioco per smartphone. All'uomo è stato contestato il reato di riduzione in schiavitù ed è stato destinatario di una misura di custodia cautelare in carcere disposta dal giudice per le indagini preliminari su richiesta della Dda di Firenze.

Segregata e promessa in sposa ad uno sconosciuto


Secondo quanto emerso dalle indagini della squadra mobile di Firenze, quattro anni fa la ragazza era stata promessa in sposa dal padre a un loro connazionale residente in Francia. L'accordo tra i due uomini prevedeva che il futuro sposo pagasse al papà della giovane 15 mila euro, quattro dei quali furono versati come acconto. Il patto tra i due, inoltre, prevedeva che fino al giorno delle nozze, la ragazzina doveva essere tenuta sotto controllo in modo da mantenere la sua verginità. Inoltre, avrebbe dovuto imparare a svolgere le faccende domestiche e perdere peso. Se queste condizioni non fossero state rispettate, l'accordo sarebbe sfumato e il padre avrebbe dovuto restituire la somma versata.

La richiesta di aiuto


Nonostante le fossero stati tolti i soldi e la scheda del cellulare, la giovane è riuscita a collegarsi ad una wi-fi e, tramite la chat di un gioco per smartphone, è riuscita a chiedere aiuto a un suo coetaneo. Il ragazzo, residente in Sicilia, ha sporto denuncia presso un centro antiviolenza, facendo così scattare le indagini della polizia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Jessica Notaro
QUIRINALE

Mattarella conferisce 30 onorificenze al merito

Insignita anche Jessica Notaro e don Paolo Felice Giovanni Steffano
Daniel Hegarty
MOTOCICLISMO

Motociclista muore durante il Gp di Macao

Daniel Hegarty aveva 31 anni: è finito contro le barriere
Malcom Young sul palco
HARD ROCK

E' morto Malcolm Young fondatore degli Ac/Dc

Il fratello Angus: "Ci lascia un'eredità attraverso la quale vivrà per sempre"
Carabinieri del Ros in azione
MAFIA

Taormina: 12 arresti nel clan Brunetto

Sono ritenuti responsabili di associazione a delinquere di tipo mafioso
Papa Francesco ha reso omaggio a Benedetto XVI
PREMIO RATZINGER

Benedetto, maestro nella ricerca della verità

L'omaggio di Francesco al predecessore: "Il suo magistero eredità preziosa"
L'ex premier del Libano Saad Hariri
LIBANO

Il premier Hariri atterrato a Parigi: rientrerà a Beirut il 22 novembre

Macron ha invitato lui e la moglie "per qualche giorno o qualche settimana"