Scossa di magnitudo 3.7 tra Pesaro e Cattolica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:00

La terra continua a tremare. Dopo quelle dei giorni scorsi, una nuova scossa di terremoto è stata avvertita distintamente pochi minuti dopo le 15 – nello specifico, alle 15.03 – in varie località delle Marche, soprattutto a Fano e a Pesaro, ma anche ad Ancona e nell'Emilia Romagna, da Cattolica a Rimini.

La scossa di tipo sussultorio è di magnitudo 3.7 e l'epicentro è localizzato in mare al largo di Cattolica, ad una profondità di 33.7km, come reso noto dal sito dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv). Varie le chiamate ai vigili del fuoco per avere informazioni, ma – a parte la paura – al momento non ci sono segnalazioni di danni a cose o persone.

Grecia

Sempre nella giornata di oggi, l'Ingv ha registrato altri terremoti che però non sono collegati a quello marchigiano romagnolo di questo pomeriggio. Il primo a Messina, magnitudo 2.0 e un secondo ad Amatrice, in provincia di Rieti, con magnitudo sempre bassa: 2.1. Di forte intensità invece la scossa che ha fatto tremare il sud della Grecia questa mattina – magnitudo 5.2 – avvertita distintamente anche sulle coste pugliesi.
   

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.