Scoprono la droga: militari aggrediti da madre e figlio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:59

ICarabinieri della Compagnia di Cerignola (Foggia) e dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia hanno scoperto, in località San Michele delle vigne, circa 8,5 chili di marijuana. La droga era stata occultata tra gli attrezzi di lavoro della masseria di proprietà di madre e figlio: Domenico Dimmito, 42enne pregiudicato del posto, e di sua madre, Chiara Borrelli, di 58 anni.

L'aggressione

I militari avevano perlustrato la zona per individuare il nascondiglio della droga, e dopo svariate ore di perquisizione nella masseria hanno trovato – all'interno di un ricovero attrezzi, sotto una catasta di macerie – due grossi sacchi neri con all'interno lo stupefacente già essiccato e presumibilmente pronto per la vendita

Quando i militari hanno trovato i sacchi, Domenico ha reagito in malo modo, prima minacciando e poi aggredendo i militari, che hanno fatto non poco sforzo per riuscire ad ammanettarlo. Durante queste fasi è stata tratta in arresto anche la madre che, per evitargli l’arresto, si era avventata contro i militari colpendoli con numerosi pugni prima di essere bloccata anche lei. L'uomo è finito in carcere, e la donna, che ha colpito i carabinieri con numerosi pugni, è agli arresti domiciliari. Lo stupefacente è stato è stato sequestrato.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.