DOMENICA 21 LUGLIO 2019, 11:26, IN TERRIS


INCUBO TRATTA

Sgominata rete di prostituzione nel teramano

Le ragazze, alcune giovanissime, erano soggiogate attraverso riti voodoo e metodi coercitivi

MARCO GRIECO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Una ragazza nigeriana costretta a prostituirsi
Una ragazza nigeriana costretta a prostituirsi
L'

ennesimo traffico di esseri umani è stato sgominato dalla Squadra mobile di Teramo, che ha interrotto l'inferno per diverse ragazze nigeriane, venute in Italia per un riscatto sociale e costrette a prostituirsi per ripagare il debito i viaggio che ammontava a circa 25.000 - 30.000 euro.


Operazione Subjection

Le ragazze erano mentalmente paralizzate da una rete di estorsori che facevano capo a una madame, la nigeriana Kate Osazuwa, 35enne residente a Monsampolo del Tronto, e ad altri sodali di diversa nazionalità. Dall'operazione Subjection, condotta dagli agenti della squadra mobile della Polizia di Stato del vicequestore aggiunto Roberta Cicchetti, è emerso anche il nome di un italiano: si tratta del 62enne teramano Gerardo Di Sabatino, proprietario di due appartementi a Martinsicuro e responsabile della "logistica" della tratta. Stando a quanto rivelano le indagini, il suo compito era quello di portare a casa le ragazze dopo la notte. Le cinque ordinanze di custodia cautelare firmate dal gip del tribunale di Teramo e richieste dalla procura distrettuale dell'Aquila attraverso i pm David Mancini e Stefano Giovagnoni riportano l'accusa di tratta di esseri umani, sfruttamento, favoreggiamento della prostituzione e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.


Ragazze paralizzate

Gli agenti della Polizia di Stato sono partiti dal monitoraggio della strada "Bonifica del Tronto", luogo capitale della prostituzione, osservando diverse ragazze che operavano soggiogate dai loro carnefici. In un secondo momento, gli agenti hanno fatto irruzione in cinque appartamenti, rinvenendo dodici ragazze che alloggiavano tra Martinsicuro (in provincia di Teramo) e Monsampolo del Tronto (in provincia di Ascoli Piceno). Stando alle dichiarazioni delle ragazze, tutte erano soggette a una donna, la madame, che le ha assoggettate per anni attraverso riti voodoo. Il rito rappresentava per i carnefici una garanzia di restituzione del debito che le giovanissime contraevano prima della partenza: nello specifico, un sedicente "stregone" impartiva un vincolo religioso che, se spezzato, avrebbe riversato sulla vittima e la sua famiglia la dannazione eterna. Gli agenti hanno scoperto lo scenario facendo breccia nella fiducia di una delle vittime: ammontano a dodici le ragazze coinvolte nella tratta. 


Esodo senza fine

Le giovani vittime provenivano da un viaggio difficoltoso. Tre anni fa, le ragazze hanno lasciato Benin City alla   volta di Tripoli dove, ammassate in un appartamento, hanno alloggiato due mesi. Dopo la traversata su un barcone, ad attenderle in Italia, v'era la madame, che s'è occupata di condurle a Martinsicuro. Colà hanno trovato una vasta rete di aguzzini connazionali che si occupavano di gestire il loro reclutamento e imporre i vincoli coercitivi. Per tutte loro, soggiogate mentalmente e vessate anche fisicamente, prostituirsi era diventato l'unico modo per estinguere il debito contratto alla partenza.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Roma-Genoa 3-3. Kouamé realizza il gol del pari definitivo
SERIE A

La Roma fa e disfa: pari pirotecnico col Genoa

I giallorossi avanti tre volte ma sempre rimontati: serve un centrale. Lazio e Atalanta, esordio vincente. Stecca il Milan
L'ultraleggero coinvolto nello scontro aereo
SPAGNA

Palma di Maiorca, sette morti in un incidente aereo: anche un italiano

Scontro fra un elicottero, probabilmente pilotato dall’italiano, e un piccolo ultraleggero. Nessun sopravvissuto
Controesodo
BRESCIA

Undici feriti in un incidente sulla A4 nel giorno del controesodo

Chiuse due corsie su tre. Intanto i casellanti scioperano dalle 18 di oggi fino alle due di lunedì mattina
Alex Rins esulta in sella alla Suzuki
MOTO GP

Rins si prende Silverstone, spavento per Dovizioso

Lo spagnolo beffa Marquez all'ultima curva. Brutto incidente al via per il forlivese: tanta paura ma nessuna conseguenza
Carabinieri
MONDRAGONE

Pirata della strada investe una bambina: ricoverata in condizioni gravissime

L’uomo, che aveva assunto cocaina, è ai domiciliari accusato di omicidio stradale
Fiorentina-Napoli 3-4. L'esultanza degli Azzurri
SERIE A

Show e polemiche al Franchi, il Napoli fa il pieno

Gli azzurri replicano alla Juve e si impongono 4-3 sulla Fiorentina, furiosa per un penalty assegnato a Mertens
Il folle gioco adolescenziale chiamato Planking
GIOCHI PERICOLOSI

Sdraiati sull'asfalto si fanno selfie mentre passa l'auto

Una nuova pericolosa sfida tra giovani che si è diffusa tra i social: il “Planking”

Non esiste salvezza a buon mercato

Quanto è forte il Vangelo di Luca della porta stretta, in cui Gesù ci parla della nostra Salvezza. Ci...