MERCOLEDÌ 01 APRILE 2015, 19:22, IN TERRIS

SCANDALO EXPO: L'EX SUBCOMMISSARIO ACERBO PATTEGGIA 3 ANNI

La richiesta è stata accolta dal gup di Milano che ha anche revocato gli arresti domiciliari

AUTORE OSPITE
SCANDALO EXPO: L'EX SUBCOMMISSARIO ACERBO PATTEGGIA 3 ANNI
SCANDALO EXPO: L'EX SUBCOMMISSARIO ACERBO PATTEGGIA 3 ANNI
Antonio Acerbo, l'ex subcommissario di Expo, arrestato lo scorso ottobre per corruzione e turbativa d'asta, ha patteggiato una pena di tre anni con un risarcimento di 100 mila euro a favore della società e inoltre, il gup di Milano che ha accolto la richiesta, ha anche revocato la misura di arresti domiciliari. Sono state accolte anche le richieste di patteggiamento di Giandomenico Maltauro, consulente dell'omonima società, condannato a due anni e sei mesi con un risarcimento da 50 mila euro da pagare a Expo 2015, e quello di Andrea Castellotti, dirigente della Tagliabue SpA, che dovrà scontare due anni con pena sospesa e 30 mila euro di risarcimento.

Acerbo era anche responsabile del Padiglione Italia e imputato in qualità di ex commissario delegato per le opere, in quanto avrebbe favorito la vittoria nel mese di luglio 2013 la gara d'appalto sulle Vie d'Acqua sud - del valore di 42,5 milioni di euro - ad un'associazione temporanea di imprese capeggiata dalla Maltauro, ma della quale faceva parte anche la Tagliabue.

In cambio il figlio, Livio Acerbo, avrebbe ottenuto una consulenza da 36 mila euro dalla Maltauro più la promessa di altri 150 mila euro attraverso un altro contratto. Le indagini della Guardia di Finanza avrebbero portato alla luce che circa sette mesi prima della gara di appalto, nell'agosto del 2012, Acerbo avrebbe passato a Maltauro e Castellotti una chiavetta usb con dentro "gli atti progettuali e riservati" riguardanti l'appalto.

Inoltre Acerbo è anche indagato, sempre per turbativa d'asta, nell'indagine della Procura di Firenze sulle grandi opere, per le quali sono finiti in manette anche il progettista Stefano Perotti e l'ex manager del ministero delle Infrastrutture Ercole Incalza.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Doug Jones durante un comizio (repertorio)
USA|VOTO IN ALABAMA

Vince Jones, schiaffo a Trump

Il candidato dem prevale su Moore. I repubblicani perdono una roccaforte del sud