MERCOLEDÌ 06 NOVEMBRE 2019, 16:05, IN TERRIS

TORINO

Rifiutato perché malato, gara di solidarietà per Giovannino

Pioggia di richieste di accoglienza e adozione per il neonato di quattro mesi abbandonato al Sant'anna di Torino

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Neonato malato abbandonato al Sant'Anna di Torino - Immagine di repertorio
Neonato malato abbandonato al Sant'Anna di Torino - Immagine di repertorio
S

olo poche ore fa, il mondo dei media ha saputo dell'esistenza di un bimbo di appena quattro mesi, abbandonato dai genitori al Sant'Anna di Torino perché affetto da una malattia della pelle rarissima, l'ittiosi arlecchino. La sua storia, rimbalzata su tutti i media, ha fatto scatenare una gara di solidarietà.


Pioggia di richieste di adozione

Da tutta Italia, infatti, stanno arrivando centinaia di richieste di affido e adozione per Giovannino. Ogni richiesta sarà valutata dalla Casa dell'Affido del Comune, insieme al Tribunale dei minori. "C'è stata un'esplosione di telefonate, ma deve essere fatta una selezione accurata - spiega il dottor Daniele Farina, direttore del reparto di Terapia intensiva Neonatale dell'Ospedale, come riporta l'Ansa -. E' un bimbo che richiede un impegno molto pesante. Deve essere cosparso di crema e olio più volte al giorno e non può stare al sole. Chi se ne prenderà cura, deve conoscere bene la situazione. In reparto - ha ricordato il dottore - il piccolo ha trovato tante mamme e papà: medici e infermieri lo coccolano e lo cullano. Gli piace tanto ascoltare la musica. Ora è in condizioni di lasciare l'ospedale, bisogna solo individuare la famiglia". 


Il Cottolengo: "Pronti ad accogeliere Giovannino"

"Caro Giovannino, quando questa mattina abbiamo letto la tua storia, così breve ma già così importante, ci è venuto subito nel cuore il desiderio di accoglierti tra noi. Sai, don Giuseppe Cottolengo ha voluto una casa proprio per quanti fanno fatica a trovarne una perché la loro situazione di vita o di salute era particolarmente difficile. E così vogliamo continuare a fare anche noi. Anche per te, caro Giovannino, vorremmo pensare un'accoglienza degna del valore infinito della tua esistenza, con tutto ciò che sarà necessario e nelle modalità che richiede una situazione così particolare come la tua: insomma una casa con persone che ti vogliono bene e si prendono cura di te fino a quando sarà necessario. Se poi ci sarà una famiglia, con un papà e una mamma che vorranno essere tuoi genitori, saremo contenti di affidarti a loro". Sono le parole che don Carmine Arice, Padre Generale della Piccola Casa della Divina Provvidenza, ha scritto in una lettera indirizzata a Giovannino, palesando così la disponibilità e la volontà di accogliere il piccolo nello storico luogo di accoglienza di Torino fondato dal santo Giuseppe Cottolengo

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Forma di Parmigiano Reggiano
DAZI USA

Vendite in calo del 20% per il Made in Italy

Lo denuncia Coldiretti: "E' sempre più urgente l’attivazione di aiuti compensativi"
Dissesto idrogeologico
EMERGENZA MALTEMPO

Dissesto idrogeologico, giovedì in Consiglio dei ministri

132 frane, 125 alluvioni, sei erosioni costiere nel piano governativo di difesa del territorio
Cristiano Ronaldo
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

Ronaldo non si ferma: a un passo da quota 100

Con la rete al Lussemburgo il portoghese tocca 99 gol in nazionale. Il record assoluto di Ali Daei (109) è nel mirino
Gli stabilimenti ex Ilva
EX ILVA

ArcelorMittal, ultimatum delle aziende dell'indotto

Gli autotrasportatori mordono il freno e chiedono il saldo delle fatture. Boccia: "Senza scudo penale non si firma...
Emergenze a Venezia, Roma e Firenze
MALTEMPO

Da Venezia a Roma: piene, pioggia e vento sull'Italia

Acqua alta a 150 cm nella Serenissima, ora in discesa. A Firenze rischio piena dell'Arno, disagi a Roma e in Alto Adige

La luce di Carlotta

Mi ha colpito molto la descrizione della chiamata di Levi, della chiamata di Zaccheo, fatta da padre Marko...
Militari cinesi a Hong Kong
ASIA

Hong Kong, Pechino schiera i militari

I soldati cinesi hanno aiutato a ripulire le strade della città dai rifiuti lasciati al termine delle proteste
Sabato e domenica forti piogge
METEOROLOGIA

Allerta rossa in 3 Regioni: domani pioggia e freddo

La Protezione Civile ha diramato l'allerta arancione in altre 8 Regioni e quella gialla sulle restanti
I soccorsi
MILANO

Maxi rissa davanti al McDonald: 30 ragazzi coinvolti

Fermati tre giovani di nazionalità tunisina: un 18enne e due minorenni
MALTEMPO

Non c'è pace per Venezia, nuova allerta per domani

In arrivo 20 milioni di euro per il primo ristoro dei danni
Un momento dell'udienza alla Comunità dell'Ospedale Bambino Gesù - ©Vatican Media
VATICANO

"Il Bambin Gesù continui ad essere una straordinaria opera di carità della Chiesa"

Per i 150 anni della fondazione, il Pontefice ha ricevuto in udienza la comunità dell'Ospedale Pediatrico Bambino...
Carabinieri nella fabbrica di Melito
MELITO DI NAPOLI

Tiene segregati 43 operai in nero: arrestato imprenditore

Tra le vittime, tutte italiane, anche una donna incinta e due minorenni