Precipita nel vano dell'ascensore: morta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:53

Tragedia in un palazzo di viale Regina Margherita a Roma dove una donna è morta oggi pomeriggio vittima di un assurdo incidente. La donna è precipitata nel vano ascensore dal sesto piano: la cabina non era al piano. La donna, Elena Pacifici, 77 anni, abitava al primo piano ed era andata a trovare un'amica che vive al sesto ma non era in casa. Quando la porta si è aperta, in maniera inspiegabile, la vittima ha fatto un passo avanti varcando la soglia dell'impianto ed è caduta nel vuoto. Un volo che non le ha lasciato scampo. Accanto al corpo è stato trovato un mestolo.

L'incidente è avvenuto in un palazzo di viale Regina Margherita, al civico 271. A dare l'allarme il portiere che ha sentito il tonfo del corpo. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando di Roma con il supporto dei loro colleghi del nucleo Saf, ma per la donna non c'era più nulla da fare e l'unica cosa che è stato possibile fare, una volta ricevuto il nulla osta del magistrato di turno, è stato recuperare il corpo. Sul posto anche i sanitari del 118.

Avviate le indagini del caso da parte dei carabinieri della Compagnia Roma Parioli per accertare le cause dell'incidente e capire come sia stato possibile che la porta dell'ascensore si sia aperta nonostante la cabina non fosse al piano. Si deve verificare se nel dispositivo che regola l'apertura e chiusura della porta si sia verificato un malfunzionamento nel blocco dell'accesso al vano quando non c'è la cabina al piano e che ha tragicamente tratto in inganno la donna.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.