Portogallo, atterraggio di emergenza in spiaggia: aereo travolge e uccide due bagnanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50

Tragedia in una spiaggia del Portogallo, dove un piccolo aereo da turismo ha travolto e ucciso due bagnanti che stavano prendendo il sole. L’incidente si è verificato a Sao Joao, nella Costa de Caparica.

L’incidente

Il dramma si è verificato a circa 30 chilometri a sud di Lisbona. L’aereo, un biposto Cessna 152, per cause che sono ancora da chiarire è stato costretto ad un atterraggio di emergenza su quella che è una delle più affollate spiagge del Paese dove, in quel momento, erano presenti centinaia di bagnanti. La maggior parte di loro, vedendo arrivare il velivolo, hanno trovato rifugio gettandosi in acqua. Sfortunatamente due bagnanti, un uomo di 56 anni e una bambina di 8, non si sono accorti del suo arrivo perché stavano prendendo il sole e sono stati travolti e uccisi. Illese le due persone che si trovavano a bordo del Cessna che, secondo i media locali erano impegnate in una lezione di volo. Le autorità portoghesi, in seguito all’incidente, hanno aperto un fascicolo di inchiesta per determinare in primo luogo cosa abbia causato l’atterraggio di emergenza e per accertare la possibilità di eventuali responsabili.

Le testimonianze della tragedia

Come riportato dal dito online www.fanpage.it, su quella spiaggia si trovava anche il giornalista Enrique Pinto Coelho che stava giocando con il figlio. L’uomo ha raccontato di aver visto l’aereo scendere di quota rapidamente ed aver capito che doveva trattarsi di un atterraggio di emergenza. Il giornalista ha riferito che l’aereo è avanzato per circa 100 metri sulla sabbia, travolgendo tutto ciò che ha incontrato sul suo cammino, bagnanti compresi.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.