LUNEDÌ 20 MARZO 2017, 17:48, IN TERRIS

Perù, nuova allerta meteo nel nord del Paese: 75 morti per alluvioni

Il governo ha stimato che siano almeno 4 mila gli edifici completamente distrutti e le abitazioni di almeno 18 mila famiglie hanno subito danni

AUTORE OSPITE
Perù, nuova allerta meteo nel nord del Paese: 75 morti per alluvioni
Perù, nuova allerta meteo nel nord del Paese: 75 morti per alluvioni
Non accenna a placarsi l'emergenza maltempo in Perù, dove da settimane le abbondanti piogge hanno causato colate di fango, frane e smottamenti. Inoltre, ad una situazione già precaria si aggiunge la nuova allerta meteo lanciata dal servizio nazionale di meteorologia che ha annunciato piogge intense per la prossima settimana, concentrate soprattutto nelle regioni della costa nord, le più colpite degli ultimi giorni.

Il bilancio dell'emergenza


Secondo l'ultimo bollettino il maltempo sulle Ande peruviane ha causato 75 morti, 263 feriti e 20 persone disperse. Il governo ha stimato che siano almeno 4 mila gli edifici completamente distrutti e le abitazioni di almeno 18 mila famiglie hanno subito danni. Inoltre, gli sfollati sarebbero oltre 10 mila, ma secondo le autorità è destinato a crescere. Ma la situazione sembra destinata a peggiorare. Infatti tra martedì 20 e giovedì 22 marzo, nelle regioni di Ancash, Lima e Ica si attendono piogge particolarmente intense, dove potrebbero cadere fino a 30 litri per metro quadro al giorno. Questo potrebbe causare nuove frane e alluvioni come la scorsa settimana.

El Niño


Le alluvioni sono indotte dall’azione di El Niño, un fenomeno che provoca un forte riscaldamento delle acque dell’Oceano Pacifico Centro-Meridionale e Orientale (America Latina) mediamente ogni 5 anni. Il fenomeno provoca inondazioni nelle aree direttamente interessate, ma anche siccità nelle zone più lontane da esso e altre perturbazioni che variano a ogni sua manifestazione.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini
Il sistema Kepler 90 e il nostro a confronto:
KEPLER

Scoperto il gemello del Sistema Solare

Formato da otto pianeti, dista 2.545 anni luce
Polizia
OSTIA

Arrestati ex dirigente del Municipio e due imprenditori

Accusati di corruzione, abuso d’ufficio, falsità ideologica e millantato credito
MEDICI E VETERINARI

Nuovo sciopero a febbraio

Fermi i giorni 8 e 9. Sindacati: "La sanità pubblica è in emergenza"
Il premier Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Dublino e relocation scogli in discussione Ue"

Lo ha detto il premier italiano dal summit europeo di Bruxelles