SABATO 25 APRILE 2015, 15:31, IN TERRIS

PENTOLE E FORCHETTE, LA PROTESTA DEGLI INSEGNANTI CONTRO IL MINISTRO GIANNINI

Dopo venti minuti di contestazione il dibattito è stato annullato

HORTENSIA HONORATI
PENTOLE E FORCHETTE, LA PROTESTA DEGLI INSEGNANTI CONTRO IL MINISTRO GIANNINI
PENTOLE E FORCHETTE, LA PROTESTA DEGLI INSEGNANTI CONTRO IL MINISTRO GIANNINI
Il ddl "La buona Scuola" ha acceso le proteste delle insegnanti di tutta Italia, ma la più grande è avvenuta a Bologna dove ieri durante la Festa dell'Unità il ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini, è stato contestato dai Cobas e il dibattito è stato interrotto. Al grido di "Vergogna, vergogna" il corteo di manifestanti è entrato nel tendone in Montagnola dove il ministro aveva iniziato il suo discorso, a quel punto hanno cominciato a battere cucchiai e forchette su pentole e coperchi per bloccare il suo l'intervento.

"Noi con il mondo della scuola ci siamo confrontati, questo non è il mondo della scuola", ha commentato a caldo Giannini. "Un insegnante ascolta e rispetta le idee di tutti — ha twittato il premier Matteo Renzi —. Impedire ad altri di parlare è l'opposto di ciò che deve fare un educatore". La riforma della scuola ha ormai diffuso malumore in tutto il Paese tanto da riempire le strade con numerose proteste sindacali e ha mobilitato inoltre l'intera classe di lavoratori. In oltre cento piazze giovedì è stato celebrato "il funerale della scuola", un flash-mob organizzato dagli insegnati per sottolineare la contestazione alla nuova riforma.

Il ministro Giannini, visibilmente amareggiata ha lasciato l'incontro della Festa dell'Unità con queste parole:"Ho ascoltato, io ho una certa cultura del rispetto. Dire che il Governo non si è confrontato col mondo della scuola è un falso storico". "Siamo arrivati in una sala gremita di persone molto tranquille - ha raccontato Francesca Puglisi, responsabile scuola Pd - dopodiché erano talmente bene organizzati che appena il ministro ha aperto bocca è stato impossibile continuare a parlare perché si sono alzate in piedi a urlare. Era una protesta prevista fin da ieri, è stato impossibile continuare".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"
Incendio alla Grenfell Tower di Londra
INCENDIO ALLA GRENFELL TOWER

Al via inchiesta a 6 mesi dalla strage

Il 14 giugno, 71 persone sono morte nel rogo divampato nell'edificio popolare di 24 piani
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"
Incendi in California
INCENDI IN CALIFORNIA

In fiamme un'area più grande di New York

L'incendio, ormai esteso per circa 700 chilometri quadrati, è divampato lo scorso 4 dicembre
L'intervento dei Vigili del Fuoco al Port Authority Bus Terminal di New York
VIDEO

Il momento dell'esplosione al Port Authority di New York

Le immagini della deflagrazione riprese dalle telecamere di sicurezza del tunnel
Minore sul web
PEDOPORNOGRAFIA

Il 53% delle vittime ha 10 anni o meno

L'allarme è contenuto nell'ultimo rapporto dell'Unicef su web e minori
Le urne del sorteggio di Champions League
CHAMPIONS LEAGUE

Agli ottavi sarà Juve-Tottenham e Shakhtar-Roma

Real Madrid vs Paris Saint Germain e Chelsea vs Barcellona i big match
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara