Paura nella notte: scossa di magnitudo 4.5 vicino Firenze

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:49

Sono 36 le scosse di terremoto verificatesi nell'area del Mugello, in Toscana, nelle ultime 12 ore, con la più forte di magnitudo 4.5 registrata dall'Ingv alle 4.37, avvertita fino a Firenze e Pistoia. Ne dà notizia l'istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. I comuni di Scarperia e San Piero, assieme a quello di Barberino del Mugello, sono l'epicentro di tutte le scosse verificatesi fino alle 8 del mattino, sei delle quali di magnitudo superiore al 3. L'ipocentro è stato localizzato a una profondità di 9 km. Attualmente non si hanno notizie di danni a persone, ma ci sono diversi edifici lesionati, anche di interesse storico, come una chiesa lesionata a Barberino di Mugello. “La scossa di magnitudo 4.5 ha fatto davvero paura” ha raccontato il sindaco di Scarperia San Piero, Federico Ignesti su Ansa che tranquillizza sulla presenza di danni: “Al momento non risultano ai carabinieri che hanno effettuato i primi sopralluoghi, né a me sono arrivate segnalazioni in merito. Intanto – conclude – è stato attivato il Centro operativo intercomunale di Protezione Civile”.

Notte di paura

Una prima raffica è iniziata a partire dalle 20.38 con una scossa di magnitudo 2.6 a una profondità di 7 chilometri registrata a Scarperia e San Piero a Sieve dalla Rete Sismica Nazionale dell'Ingv. In conseguenza della scossa, il Comune di Borgo San Lorenzo ha deciso di chiudere tutte le scuole per la giornata di oggi, compresi gli asili nido. Stessa decisione a Barberino, Vicchio e Marradi. Le scosse sono andate avanti tutta la notte fino a magnitudo avvertite molto chiaramente (3.4 alle 3,40). Ma alle 4,38 la scossa è stata davvero molto forte con un grande boato e la terra che ha tremato forte. La scossa è stata di 4.5 secondo la prima comunicazione Ingv. In Mugello la gente è scesa in strada, ma la scossa è stata avvertita in un largo raggio. A Prato molti sono scesi in strada ed era surreale vedere le finestre delle case tutte accese in piena notte. Centinaia le telefonate ai vigili del fuoco, che sono subito intervenuti in Mugello con squadre del comando di Firenze per accertamenti. Non risultano persone coinvolte, ma ci sono alcuni danni evidenti. Fra gli altri, segnalati danni al campanile della chiesa di Cavallina (Borgo San Lorenzo) e a una chiesa di Barberino. In corso verifiche su eventuali danni. In via precauzionale è stata decisa la chiusura delle scuole in tutto il Mugello: niente lezioni a Barberino di Mugello, Borgo San Lorenzo, Dicomano, Marradi, Palazzuolo sul Senio, Firenzuola, Vaglia, Vicchio, Scarperia San Piero. Al momento “non c'è nessuna situazione di allarme, non ci sono danni a persone” e quelli registrati in alcuni immobili “non sono particolarmente gravi”. Così il prefetto di Firenze Laura Lega in merito alla situazione in Mugello su Ansa. 

Treni sospesi 

 E' ripresa alle 8.25 la circolazione dei treni sulla linea ad Alta velocità nei pressi del nodo di Firenze. Secondo quanto si apprende da Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) e dalla Protezione Civile, sono invece ancora in corso i controlli sulle linee regionali, che però dovrebbero riaprire a breve. Dalle 7 ha aperto (nella Sala Integrata di Protezione civile della Città Metropolitana e della Prefettura di Firenze, in via dell'Olmatello) il Ccs-Centro coordinamento soccorsi.

   

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.