Nuova allerta meteo in Sud Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:02

Un'ondata di maltempo – che sta causando temporali di forte intensità – ha fatto scattare l'allerta arancione in gran parte della Basilicata, in Sicilia e Calabria. La perturbazione, che dal Mediterraneo centrale si sta spostando verso nord-est, ha fatto scattare l'allerta arancione. 

Scuole chiuse

Nella mattinata di lunedì 15 ottobre, l'ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria ha diramato una nota in cui si afferma che “a seguito del peggioramento delle condizioni meteo, il sindaco, Giuseppe Falcomatà, ha firmato l'ordinanza di chiusura per la giornata odierna delle scuole cittadine di ogni ordine e grado“.

Nuova esondazione a Lamezia Terme

Questa mattina, un nuovo fronte di maltempo ha investito questa mattina la provincia di Catanzaro, e in particolare l'area del Lametino, già duramente colpita dall'alluvione dello scorso 4 ottobre. Allagamenti e disagi alla circolazione si sono registrati, in particolare, sulla strada statale 18, all'altezza del centro meccanografico delle Poste di Lamezia Terme, a causa dell'esondazione del torrente Turrina che ha coinvolto anche alcune aziende agricole, florovivaistiche e industriali che costeggiano l'arteria: sul posto la polizia municipale e personale dell'Anas, che stanno lavorando per tenere sotto controllo la situazione e attenuare i disagi per gli automobilisti. L'area in questione non è distante da quella nella quale hanno perso la vita la 30enne Stefania Signore e i suoi figlioletti Cristian (7 anni) e Nicolò (2), travolti da un'ondata di acqua e fango lo scorso 4 ottobre ed i cui funerali sono stati celebrati sabato. Le strade sono completamente allagate e colme di fango e detriti, e diverse sono le aziende a rischio. Secondo quanto segnalato dagli imprenditori della zona, ad aggravare la situazione c'e' soprattutto la mancanza di argine del torrente, completamente cancellato dall'alluvione di pochi giorni fa.

Nuova allerta anche in Sardegna

Inoltre, a poco meno di una settimana dal nubrifragio che ha devastato diversi territori della Sardegna meridionale – causando anche il crollo di un ponte sulla statale Sulcitana 195 – sta per tornare il maltempo sull'isola. La protezione civile regionale ha infatti diramato una nuova allerta, che resterà in vigore fino alla mezzanotte di martedì 16, per un ciclone mediterraneo in arrivo da Spagna e sud della Francia. L'avviso segnala una criticità gialla per rischio idrogeologico nell'Iglesiente, Campidano, Montevecchio-Pischilappiu, Flumendosa -Flumineddu, Tirso, Gallura e Logudoro. Il fronte freddo attraverserà l'isola tra la tarda serata di oggi e la prima parte di domani. Attese precipitazioni sparse, anche a carattere temporalesco, che interesseranno inizialmente la parte occidentale della Sardegna. Nel corso della giornata di martedì le piogge e i temporali si estenderanno alla parte orientale dell'isola, aumentando di intensità nel nord est.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.