SABATO 09 MAGGIO 2015, 18:27, IN TERRIS

NUORO, CELEBRATI I FUNERALI DELLO STUDENTE UCCISO

Eseguita l'autopsia, che ha confermato la dinamica dell'omicidio del giovane di Orune, sono stati celebrati i funerali. La messa è stata officiata dall'arcivescovo di Nuoro Mosè Mascia.

DON MARCO MONDELCI
NUORO, CELEBRATI I FUNERALI DELLO STUDENTE UCCISO
NUORO, CELEBRATI I FUNERALI DELLO STUDENTE UCCISO
Nessuna ombra nella vita di Gianluca, anche se oltre alla lite avuta con dei bulli per difendere la fidanzata sembra che avrebbe avuto anche altre discussioni con alcuni ragazzi del paese. Emerge inoltre una strana coincidenza: la scomparsa, il giorno precedente, di un ragazzo di un paese vicino. L'autopsia sul corpo del giovane di Orune (Nuoro), Gianluca Monni, ucciso mentre aspettava l'autobus per andare a scuola, effettuata ieri dal medico legale Vindice Mingioni, conferma la dinamica dell'omicidio: tre colpi di fucile, uno sparato in volto. Due i sicari, con il volto coperto.

Un omicidio premeditato, secondo gli investigatori, i sicari conoscevano bene le abitudini di Gianluca. Sono entrati in azione alle 7.30 proprio quando la giovane vittima era solita attendere il bus che lo avrebbe portato a scuola. Un’azione fulminea, praticamente un’esecuzione. Oggi nel paese del dramma non se ne parla a voce alta: "Questo è orunese, un pò più difficile del dialetto degli altri paesi" dice qualche orgoglioso al bar. "Se è stato uno di Orune è il caso che si costituisca subito, tanto qui prima o poi scopriamo tutto", afferma uno dei giovani mentre attraversa corso Repubblica, vicino al luogo dell'esecuzione di ieri avvenuta davanti ad altre sette persone, proprio sotto le finestre della strada principale.

Gli inquirenti lavorano sodo e battono tutte le piste, anche fuori Orune, e, come comprensibile, mantengono il massimo riserbo. Nessuno è in grado di indicare neanche il modello della vettura sulla quale è fuggito il killer. La paura la fa da padrona in un paese insanguinato per decenni da terribili faide, dove si è ucciso per rancori la cui origine si perdeva negli anni, per una parola in più al momento sbagliato, per aver visto quello che non si doveva vedere. Nel frattempo, eseguita l'autopsia, sono stati celebrati i funerali. La messa è stata officiata dall'arcivescovo di Nuoro Mose' Mascia.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Il luogo dell'esplosione
PRATI

Molotov contro un commissariato Ps

La bottiglia incendiaria ha colpito un vecchio furgone della polizia. Indagini in corso
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Cristiani perseguitati
GERMANIA

Cattolici e protestanti contro i nazionalismi

Presentato a Berlino il rapporto ecumenico sulla libertà religiosa dei cristiani nel mondo