SABATO 25 LUGLIO 2015, 11:22, IN TERRIS

NAPOLI, UBRIACO ENTRA CONTROMANO IN TANGENZIALE: DUE MORTI

Un 29enne alla guida di una Clio ha percorso un tratto di 5 km prima di provocare l’incidente mortale con una Panda

MILENA CASTIGLI
NAPOLI, UBRIACO ENTRA CONTROMANO IN TANGENZIALE: DUE MORTI
NAPOLI, UBRIACO ENTRA CONTROMANO IN TANGENZIALE: DUE MORTI
Un uomo, poi risultato ubriaco, ha imboccato la tangenziale di Napoli contromano andando a sbattere frontalmente, dopo 5 km percorsi nel senso sbagliato, con una fiat Panda. L’incidente è avvenuto stamattina alle 4,35 circa. L’uomo, un 29enne che conduceva una Renault Clio, ha subito solo leggere ferite, mentre hanno perso la vita il conducente della Panda – un uomo di 48 anni di Torre del Greco che si stava recando al lavoro, deceduto sul colpo – e la passeggera della Clio, una ragazza 22enne morta poco dopo il trasporto all’ospedale Cardarelli, le cui condizioni erano subito parse gravissime ai sanitari intervenuti sul luogo del disastro.

La Polizia Stradale di Napoli - diretta dal primo dirigente Carmine Soriente - in particolare il personale della Sottosezione Autostrade di Fuorigrotta, ha misurato il tasso alcolemico presente nel sangue del condecente della Clio che è poi risultato di gran lunga superiore a quanto consentito dalla norma. Al momento, sono in corso ulteriori accertamenti volti a verificare lo stato psicofisico del 29enne e, in particolare, se lo stesso avesse fatto uso di sostanze stupefacenti; inoltre, sono state acquisite le immagini registrate dalle telecamere presenti sull’arteria per la ricostruzione della dinamica del sinistro.

La normativa attuale italiana stabilisce come valore limite legale il tasso di alcolemia di 0,5 g/litro: guidare un veicolo oltre questo limite - e quindi in stato di ebbrezza - costituisce un reato, punito, oltre che con la perdita di 10 punti della patente, con le sanzioni previste dagli articoli 186 e 186 bis del Codice della Strada. Le pene previste sono raddoppiate se il conducente provoca un incidente stradale. In questo caso è disposto il fermo amministrativo del veicolo per 180 giorni. Le associazioni delle vittime della strada – oltre 3000 morti l’anno – da anni si battono affinché venga istituito il reato di omicidio stradale nel codice penale italiano. Finora, il ddl che introduce il nuovo reato contro chi uccide alla guida è stato approvato dal Senato il 10 giugno scorso ed è in attesa del sì della Camera.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
Il Pentagono
USA

Il Pentagono: abbiamo indagato sugli Ufo

Il programma è stato avviato nel 2007 e interrotto 5 anni fa per il blocco dei fondi