Napoli, choc al Cardarelli: paziente muore nel bagno del pronto soccorso

L'uomo era ricoverato nell'Area Sospetti, con probabile infezione da Covid-19. Il ritrovamento viene mostrato da un filmato, nel quale sono visibili anche le condizioni di sofferenza dell'ospedale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:29

Una tragedia nella tragedia è andata in scena all’ospedale Cardarelli di Napoli. Nel pronto soccorso del nosocomio è stato infatti trovato il cadavere di un uomo nel bagno. Il paziente era a quanto sembra ricoverato nell’Area Sospetti, con probabile infezione da Covid-19 e già in terapia. Il corpo è stato rinvenuto dal personale dell’ospedale, dopo che era stato notato come l’uomo si stesse trattenendo in bagno più del previsto. Una scena finita presto sul web, con uno dei presenti che è riuscito a girare un video nel quale si nota il corpo disteso e altri pazienti del Pronto soccorso in condizioni di difficoltà. A chiarire su quanto accaduto, è arrivata una nota del Cardarelli, nel quale viene spiegata la dinamica degli eventi e la presenza della vittima nell’Area Sospetti dell’ospedale.

La nota del Cardarelli

“A pochi minuti dal decesso – si legge ancora nella nota – ha iniziato a circolare in rete un video che mostra il corpo dell’uomo, girato approfittando dell’allontanamento dei soccorritori andati a prendere una lettiga sulla quale adagiare il corpo. Non è al momento possibile stabilire quale sia stata la causa del malore che ha portato al decesso. Tuttavia la direzione sanitaria ha doverosamente avviato ogni indagine necessaria”. La nota si conclude con un messaggio rivolto ai familiari dell’uomo, ai quali “vanno le condoglianze della direzione strategica e di tutto il personale”. Il quale, spiega l’ospedale, “si spende ogni giorno per porre un argine alla violenza di questa pandemia”.

Di Maio: “Intervenire ora”

A far discutere, tuttavia, oltre alla scena girata nella quale veniva ripreso il cadavere, anche le altre immagini mostrate dal video amatoriale. Nelle quali appare evidente lo stato di difficoltà vissuto dalla struttura sanitaria, alle prese con un sovraccarico che, stando alle immagini, si traduce in una saturazione del pronto soccorso. Palesando, ancora una volta, la difficile situazione affrontata dalla sanità della Campania, così come di altre regioni. Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha commentato l’accaduto definendo “scioccanti” le immagini girate al Cardarelli. “Siamo di fronte – spiega – a fatti drammatici e inaccettabili”, ribadendo come la situazione “a Napoli e in molte aree della Campania” sia ormai “fuori controllo”. Secondo Di Maio “ora bisogna veramente intervenire e bisogna farlo soprattutto al Sud, che rischia di implodere”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.