SABATO 23 MAGGIO 2015, 000:45, IN TERRIS

MUSEO DEL BARDO, TOUIL: "SONO INNOCENTE" E NEGA IL CONSENSO ALL'ESTRADIZIONE

Il marocchino è stato arrestato dalle forze dell'ordine italiane su mandato di cattura internazionale emanato dalla Tunisia

AUTORE OSPITE
MUSEO DEL BARDO, TOUIL:
MUSEO DEL BARDO, TOUIL: "SONO INNOCENTE" E NEGA IL CONSENSO ALL'ESTRADIZIONE
Sono passati solo tre giorni dal suo arresto e la Tunisia ha già presentato all'Italia la domanda di estradizione del marocchino Abdel Majid Touil. "Le autorità tunisine hanno chiesto la sua estradizione", ha confermato un portavoce del ministero dell'Interno tunisino, aggiungendo che il giovane è accusato di aver fornito "supporto logistico" al commando che compì l'attentato al Museo del Bardo a Tunisi, lo scorso marzo. Tunisi ha emesso mandati di arresto internazionale anche per un algerino e un altro marocchino.

"Perché sono qui? Non capisco, non ho fatto nulla". E' quello che avrebbe detto dal carcere Abdel Majid Touil, il marocchino arrestato tre giorni fa dalle forze dell'ordine italiane, su mandato di Tunisi per l'attentato al museo del Bardo. "Sono innocente, non c'entro nulla, non mi spiego come questo errore sia potuto accadere. Da febbraio, quando sono arrivato, sono sempre rimasto in Italia", ha ribadito il 22enne marocchino al giudice del procedimento per l'estradizione.

Silvia Fiorentino, il legale del giovane, ha sottolineato che Touil è "provato e spaventato" e compatibilmente con la sua condizione di "carcerato innocente, sta bene". Nell'udienza che si è svolta venerdì, il marocchino ha negato il suo consenso ad essere consegnato alle autorità tunisine. Ora Tunisi ha 40 giorni di tempo per inoltrare all'Italia formale richiesta di estradizione con i relativi atti.

Touil era ricercato perché presumibilmente era coinvolto con l'attacco del 18 marzo scorso al Museo del Bardo, per questo la Tunisia aveva emanato un ordine di cattura internazionale. tre giorni fa l'arresto in suolo italiano, ma dopo aver ascoltato le testimonianze di amici, parenti e degli insegnanti del corso di italiano che il marocchino frequentava, i pm hanno dichiarato che il ragazzo fosse in Italia al momento dell'agguato.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Theresa May
BREXIT

May, schiaffo dai Comuni: il Parlamento avrà il veto

Governo sconfitto sull'emendamento chiave: l'accordo con Bruxelles passerà dall'approvazione parlamentare
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo