MERCOLEDÌ 05 OTTOBRE 2016, 12:52, IN TERRIS

Migranti: 11 mila soccorsi in 48 ore. Recuperati 28 cadaveri nel Canale di Sicilia

Sulla nave dattilo della Guardia Costiera sono venuti alla luce tre neonati. I piccoli e le loro mamme godono di buona salute

REDAZIONE
Migranti: 11 mila soccorsi in 48 ore. Recuperati 28 cadaveri nel Canale di Sicilia
Migranti: 11 mila soccorsi in 48 ore. Recuperati 28 cadaveri nel Canale di Sicilia
Sono quasi 11 mila i migranti che sono stati soccorsi e tratti in salvo nel giro di 48 ore in 72 distinte operazioni coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera italiana. Ben 4.655 profughi sono stati salvati nelle ultime 24 ore, da aggiungere ai 6.000 del giorno precedente. Inoltre, sulla nave Dattilo della Guardai Costiera sono state registrate 3 nascite: i neonati e le loro mamme sono in buone condizioni di salute. Inoltre, al termine delle operazioni di salvataggio, nel Canale di Sicilia sono stati recuperati anche 28 cadaveri.

Nel frattempo è approdata a Palermo la nave di Medici senza Frontiere con a bordo 1.020 profughi soccorsi al largo della Sicilia. Al molo, sono intervenuti anche gli agenti della Squadra mobile di Palermo e del Gico della Guardia di Finanza per accertare l'eventuale presenza di scafisti.

Inoltre, si sono verificati anche altri sbarchi nei vari porti del Sud Italia: a Catania sono arrivati 1.004 migranti; altri 664 a Messina; altri 725, tra cui 198 minori, sono arrivati invece nel porto di Vibo Valentia; 400 a Reggio Calabria. Dall'inizio dell'anno sono circa 142 mila le persone che hanno provato a raggiungere le coste italiane e almeno 3.100 hanno perso la vita durante la traversata, tra cui 22 extracomunitari che sono morti soffocati su un barcone al largo della Libia. La notizia è stata data da un fotografo della France Presse che si trovava a bordo della nave Astral.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...