MERCOLEDÌ 29 LUGLIO 2015, 16:30, IN TERRIS

MESSINA, E' ARRIVATA LA NAVE "L.E. NIAMH": A BORDO 453 MIGRANTI E 14 MORTI

I profughi erano stati soccorsi lo scorso lunedì al largo della Libia

AUTORE OSPITE
MESSINA, E' ARRIVATA LA NAVE
MESSINA, E' ARRIVATA LA NAVE "L.E. NIAMH": A BORDO 453 MIGRANTI E 14 MORTI
Erano da poco passate le 7.30 di questa mattina, quando la nave militare irlandese "L.E. Niamh" è entrata nel porto di Messina con a bordo 14 cadaveri recuperati su un barcone stracarico di immigrati, soccorso lunedì al largo della Libia. L'imbarcazione, impegnata nel dispositivo europeo "Triton", ha attraccato al molo Marcone dove l'Autorità portuale di Messin ha predisposto l'apparato logistico per lo sbarco delle salme e dei 453 profughi che sono giunti con la nave. Restano da chiarire le cause della morte degli immigrati.

"Non sappiamo ancora perché non sono cominciati i rilievi tecnici sulle salme come sono morti ma non è azzardato immaginare che siano morti, come spesso accade in questi casi soffocati dai fumi di scarico dei motori o dalla mancanza di aria per l'elevato numero dei migranti trasportati nelle barche", ha detto il questore di Messina, Giuseppe Cocchiara, che assieme al sindaco Renato Accorinti, sta seguendo le operazioni sul molto Marconi.

Sono giunte tre camionette con le bare, che sono state portate sulla nave irlandese per deporvi le salme e quindi trasferirle a terra. "Sarebbe uno sbarco rutinario con un numero di migranti neanche eccessivo se non fosse per questo senso di tristezza che ci viene dal fatto di sapere che a bordo ci sono anche 14 cadaveri -ha aggiunto il questore- ulteriori vittime di questo traffico disgraziato che produce questi risultati". Il sindaco Accorinti ha sottolineato: "E' triste, perché quando arrivano barconi pieni di gente è una ferita incalcolabile". Tra i 453 immigranti di varie nazionalità ci sono tantissimi bambini. Ad accoglierli, medici dell'Asp, personale della Croce Rossa, volontari, Capitaneria di porto e forze dell'ordine. Le prime a scendere dalla nave sono le donne con in braccio i bambini più piccoli. Da una prima stima, le donne sarebbero una settantina e i minori una sessantina.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione