MARTEDÌ 04 DICEMBRE 2018, 23:35, IN TERRIS


CROTONE

Medico aggredito fuori dall'ospedale, ambulante lo salva

L'aggressore accusava la dottoressa di essere responsabile della morte di sua madre e la colpisce al collo con un cacciavite

REDAZIONE
L'ospedale San Giovanni di Dio a Crotone, teatro dell'aggressione
L'ospedale San Giovanni di Dio a Crotone, teatro dell'aggressione
H

a atteso che uscisse dall'ospedale civile "San Giovanni di Dio" di Crotone, prima di colpirla con un cacciavite ferendola gravemente al collo: questo quanto accaduto a una dottoressa di 56 anni, Maria Carmela Calindro, aggredita dal figlio di una sua paziente, il 50enne Luigi Amoruso, il quale intendeva "punirla" perché, a suo dire, aveva fatto morire sua madre. Questo, almeno, quanto urlato dall'aggressore prima di sferrare il colpo verso il medico, poi ricoverata in codice rosso nello stesso ospedale, dove si trova tuttora ma non sarebbe in pericolo di vita. L'uomo che l'ha assalita è stato fermato da un ambulante, che lo ha bloccato fino all'arrivo della Polizia evitando che si accanisse ulteriormente sulla sua vittima: il 50enne è stato immediatamente arrestato con l'accusa di tentato omicidio.


Il motivo dell'aggressione

La donna versa ora in condizioni stabili presso l'ospedale dove lavoro nel quale, un anno fa, era deceduta la madre del suo aggressore, alla quale era stato diagnosticato un carcinoma e, per questo, era stata ricoverata presso il reparto di Medicina generale del "San Giovanni di Dio", dove la dottoressa era in servizio. La donna purtroppo non era riuscita a sconfiggere il suo male, circostanza che Amoruso ha indicato come responsabilità del medico che dirigeva il reparto.


L'intervento dell'ambulante

Fondamentale, per evitare una tragedia, l'intervento del venditore ambulante Mustafa El Aoudi, di nazionalità marocchina, che ha sventato un secondo fendente da parte dell'uomo: "Ho fatto quello che avrebbero fatto tutti. Ho sentito gridare la dottoressa e allora mi sono avvicinato. Ho visto che un uomo che la colpiva con un cacciavite allo stomaco,la voleva ammazzare. Mi sono avvicinato e l'ho buttato giù, poi è scappato e l'ho inseguito fino al bidone della spazzatura, gli ho fatto lo sgambetto ed è caduto. A quel punto l'ho tenuto fermo fino a quando non è arrivata la polizia".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Roma-Genoa 3-2. I giallorossi festeggiano Kluivert dopo la sua rete - Foto © Facebook

La Roma respira, Genoa k.o. all'Olimpico

Grifone avanti due volte ma Cristante la risolve in favore dei giallorossi. Nel pomeriggio vincono Napoli e Fiorentina
Giuseppe Conte con Di Maio e Tria
MANOVRA

Da Palazzo Chigi: "Trovate coperture per il 2,04%"

Il premier Conte vede Tria, Di Maio e Salvini. Il vicepremier pentastellato: "Il momento più importante dal 4...
Le polpette al bollito
LA RICETTA DEL WEEKEND

Polpette al bollito: l'avanzo fa un figurone

Un piatto buono per evitare sprechi. Il lesso di manzo torna protagonista
Uno dei presunti tunnel di Hezbollah
ISRAELE

L'esercito: "Scoperto il quarto tunnel di Hezbollah"

Il passaggio porta dal Libano al territorio israeliano. Un portavoce militare afferma: "Grave violazione della Risoluzione...
Il bus dopo lo schianto
SVIZZERA

Zurigo, si schianta un Flixbus

Il conducente ha perso il controllo a causa dell'asfalto innevato: una vittima italiana e 44 feriti, 3 gravi
La mappa Gem
PAVIA

Realizzate le mappe dei terremoti mondiali

Sono tre: pericolosità (“Hazard Model”), esposizione (“Global Exposure”) e rischio (“Risk...