SABATO 09 FEBBRAIO 2019, 17:42, IN TERRIS


MALPENSA (VA)

Matrimoni fasulli per avere la cittadinanza: 5 arresti

Un marocchino combinava le unioni tra connazionali e ragazze italiane in difficoltà

MILENA CASTIGLI
Matrimonio misto
Matrimonio misto
A

veva organizzato un giro di matrimoni fasulli tra cittadini marocchini e giovani italiane in difficoltà economiche per permettere a suoi connazionali di ottenere il permesso di soggiorno. Per questo un marocchino di 40 anni è stato arrestato insieme ad altre cinque persone, tra le quali una dipendente dell'aeroporto di Malpensa (finita ai domiciliari) che ha utilizzato il suo badge di addetta alle pulizie per far saltare a un marocchino senza documenti - appena atterrato da Casablanca via Mosca - i controlli. Le quattro giovani che avevano accettato di contrarre i matrimoni sono state sottoposte all'obbligo di firma presso alla Polizia Giudiziaria. L'indagine è stata condotta dagli agenti della Polaria di Malpensa.


L'indagine

L'indagine è iniziata nel mese di giugno 2018, quando l'addetta alle pulizie è stata scoperta e messa ai domiciliari. In seguito gli agenti, indagando sui suoi contatti, sono risaliti al 40enne, a cui la donna (anche lei straniera) si era precedentemente rivolta per regolarizzare la posizione del fratello. A casa dell'uomo gli agenti hanno trovato documenti falsi su matrimoni fittizi futuri.

L'arrestato aiutava i suoi connazionali trovando per loro giovani ragazze italiane in difficoltà economica, allettandole con una ricompensa in denaro per il "servizio". Il pagamento, fino a 11 mila euro, avveniva a rate, dopo ogni passaggio burocratico, dalle pubblicazioni alla celebrazione effettiva delle nozze. Le accuse per il 40enne, la dipendente di Malpensa e le quattro ragazze sono di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e della permanenza irregolare sul territorio italiano.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Conferenza Parole Guerriere alla Camera
LA RAI DEL CAMBIAMENTO

Foa: "Valorizzare l'informazione alternativa"

Il presidente del servizio pubblico ha partecipato al seminario del M5s "Parole guerriere"
Migranti minori in Italia
RAPPORTO MINORI MIGRANTI IN ITALIA

Unicef: "Obiettivo 2019, raggiungere 6mila ragazzi"

"Manca il 30% dei fondi necessari per raggiungere questi risultati"
SCUOLA

Studenti in piazza contro il nuovo esame di maturità

Gli alunni: "Bocciamo il governo"
Matteo Messina Denaro
CAMPOBELLO DI MAZARA (TP)

Soldi alla famiglia di Messina Denaro: 3 fermi

Un avviso di garanzia è stato notificato al deputato regionale di Forza Italia Stefano Pellegrino
I manifesti contro Juncker e Soros
PPE

Fidesz di Orban rischia l'espulsione

Non rientra il caso degli attacchi a Juncker da parte del governo ungherese
Gianfranco Duini e la vittima, Claudia Bortolozzo
MARGHERA (VE)

Uomo uccide la moglie, poi si costituisce

Gianfranco Duini, 43enne, ha accoltellato la consorte, Claudia Bortolozzo di 52