Marco Carta, arresto non convalidato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:30

Parafrasando il suo ultimo album, “tenetevi forte”. Il cantante Marco Carta è stato arrestato ieri sera, insieme a una donna di 53 anni, per furto aggravato alla Rinascente di piazza del Duomo a Milano. Il celebre personaggio dello spettacolo, secondo quanto riferito inizialmente, stava andando via dal grande magazzino con sei magliette del valore di 1.200 euro a cui aveva tolto l'antitaccheggio. Però non aveva levato la placchetta flessibile che ha fatto scattare i sensori di allarme posti all'uscita del negozio. Un “Black Friday” che non dimenticherà facilmente il vincitore di Sanremo, Amici e Tale e Quale Show, 34 anni, che è stato posto agli arresti domiciliari. Nel processo per direttissima, avvenuto in giornata, il giudice ha però deciso di non convalidare il fermo, di fatto ribaltando quanto detto finora: “E' stata dimostrata – ha spiegato l'avvocato del cantante all'uscita dell'aula – la totale estraneità, l'arresto non è stato convalidato e non è stata applicata alcuna misura cautelare. Lui è estraneo a qualsiasi addebito. Il fatto è attribuibile ad altri soggetti”

La storia della sua carriera

Nato a Cagliari 34 anni fa, ha cominciato la propria attività musicale nel 2008, grazie alla vittoria ottenuta nel progamma televisivo Amici. Nel corso della sua carriera ha ottenuto vari premi e riconoscimenti. Inoltre ha anche pubblicato la sua autobiografia, Ho una storia da raccontare.

Le star sorprese a rubare

Sicuramente una delle star sorprese a rubare più famosa per il suo maggior numero di volte è Winona Ryder. L’attrice statunitense infatti, è stata sorpresa più volte, dalle telecamere di sorveglianza, mentre saccheggiava i negozi di Beverly Hills. Ma, scorrendo le cronache americane, si incontrano anche altri casi, quali il furto di una collana da oltre 2 mila dollari da parte di Lindsay Lohan, quello di Paris Hilton che ricevette in prestito alcuni gioielli “dimenticando” poi di restituirli. E, alcuni anni fa, anche Britney Spears finì al centro di un caso simile: in quel caso, si trattava di cappotti di grande valore. Poi nell'immaginario collettivo italiano quelle che rimangono più impresse sono le gemelle del film Come un gatto in tangenziale. Alessandra e Valentina sono state denunciate per furto perché nel quartiere Testaccio di Roma avrebbero rubato profumi per un valore di 500 euro.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.