SABATO 12 GENNAIO 2019, 10:46, IN TERRIS


NOICATTARO (BA)

Maltrattamenti su bimbi e ragazzi autistici: 4 arresti

I militari: "Cento episodi rilevati in un mese". La denuncia della dipendente

MILENA CASTIGLI
Un frame del video dei carabinieri
Un frame del video dei carabinieri
Q

uattro educatrici di un centro di riabilitazione di Noicattaro (comune i provincia di Bari) sono state poste ai domiciliari dai carabinieri della Compagnia di Triggiano per maltrattamenti su minori disabili. Nello specifico, le educatrici avrebbero minacciato, insultato e maltrattato nove minori disabili a loro affidati, bimbi e ragazzi tra i 7 e i 15 anni, tutti affetti da gravi forme di autismo

Con questa accusa i militari hanno dato esecuzione stamani ad un’ordinanza di custodia cautelare precedentemente emessa dal gip del Tribunale di Bari, nei confronti delle 4 educatrici - due 42enni, una 29enne e una 28enne residenti nella provincia barese - assunte dall'istituto privato per altro convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale.


La denuncia di una dipendente

L’attività d’indagine era stata avviata nel mese di ottobre 2018 dopo la denuncia di un'altra dipendente del centro che aveva riferito di aver assistito a comportamenti violenti e vessatori da parte di alcune educatrici in danno dei minori affetti da autismo almeno dal 2016.


"Cento episodi rilevati in un mese"

I militari della Stazione di Noicattaro avevano così avviato l’attività d’indagine supportata da telecamere e microfoni, scoprendo circa cento episodi di maltrattamenti attuati dalle educatrici attuati nell'arco di un solo mese di indagini: insulti e minacce, ma anche strattonamenti, pizzicotti e schiaffi. Sarebbero emerse dunque "condotte commissive reiterate di minacce, insulti e violenze fisiche in danno di 9 minori, di età compresa tra i 7 e i 15 anni, tutti affetti da gravi forme di autismo e pertanto impossibilitati a comunicare le violenze subite".

Al termine delle attività investigative, la Procura della Repubblica di Bari, avvalendosi anche di una consulenza tecnica da parte di un esperto in psichiatria, "ritenendo sussistenti le condotte vessatorie e violente compiute  dalle quattro educatrici sui minori, rilevandone l’estrema dannosità con riferimento alle già gravi patologie di cui le vittime soffrono", ha richiesto e ottenuto dal gip le misure cautelari degli arresti domiciliari eseguite oggi dai carabinieri.

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Film La mia seconda volta
CINEMA

“La mia seconda volta”: un film... stupefacente

Una pellicola per sensibilizzare i giovani contro l’uso delle droghe: parla Federica Picchi, della casa di distribuzione
Imane Fadil
GIALLO IMANE FADIL

La Procura: "Cadmio e animonio nel sangue"

Il pm Francesco Greco: "Valori di cromo e molibdeno molto superiori alla norma". Ascolato il direttore...
MOZAMBICO

Ciclone Idai: le vittime potrebbero essere più di mille

Alluvioni anche nel sud del Malawi e in alcune zone dello Zimbabwe
Brenton Tarrant in aula
ATTACCO IN NUOVA ZELANDA

Tarrant e il rischio di un processo-comizio

Il killer si difenderà da solo. Il giudizio diventerà strumento di propaganda?
Lorenzo Orsetti
SIRIA

Annuncio di Daesh: "Ucciso un crociato italiano"

Si tratterebbe del fiorentino Lorenzo Orsetti, volontario fra le forze curde. Pubblicata una foto e un documento
Mohammed bin Salman
ARABIA SAUDITA

Bin Salman creò un team contro i dissidenti?

Il Nyt: "Squadra formata un anno prima dell'omicidio di Jamal Khashoggi"