GIOVEDÌ 10 OTTOBRE 2019, 09:20, IN TERRIS


FEMMINICIDIO TERAMO

L’assassino di Mihaela catturato in spiaggia

Cristian Daravoinea, camionista romeno, è stato arrestato sul lungomare di Tortoreto

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Cristian Daravoinea e la vittima, Mihaela Roua
Cristian Daravoinea e la vittima, Mihaela Roua
E

nnesimo caso di femminicidio. Mihaela Roua, 32enni romena e madre di una bimba di 6 anni è stata uccisa a coltellate a Nereto, in provincia di Teramo, presumibilmente dal suo compagno dopo una violenta lite casalinga. Cristian Daravoinea, il camionista romeno di 36 anni, è stato rintracciato dai carabinieri e arrestato sul lungomare sud di Tortoreto, in provincia di Teramo. L'uomo è stato trovato chiuso nella sua automobile parcheggiata di fronte all'hotel Ambassador della cittadina rivierasca, poi trasferito all'ospedale di Giulianova per curare le ferite che si era procurato durante il delitto, infliggendosi una coltellata in un fiaco. Lo scrive Fanpage.it.


La dinamica

A dare l'allarme è stata la datrice di lavoro, titolare di una camiceria di Corropoli insospettita dell'assenza della donna dopo la pausa pranzo, e del fatto che non rispondesse al telefono. I vicini sarebbero stati allertati invece dalle urla che, all'ora di pranzo, provenivano dalla casa di Nereto. I vigili del fuoco hanno sfondato il portone per entrare nell'appartamento al quarto piano nelle palazzine di Viale Europa, all'interno del quale hanno trovato il cadavere. Molto probabilmente l'intenzione della donna era quella di interrompere la loro relazione e lasciarlo, ma lui non ha accettato la decisione e l'ha uccisa in camera da letto: la donna è stata uccisa da più coltellate al corpo e all'addome. Dopo aver realizzato quello che aveva fatto, ha spostato il corpo in cucina e si è ferito al torace, non è chiaro se per fingere di essersi difeso da un'aggressione da parte di Mihaela o per infliggersi una "punizione". In casa è stata rinvenuta anche l'arma del delitto, un coltello da cucina. Sull'omicidio indagano i carabinieri.


I numeri

Il femminicidio è una delle emergenze sociali più gravi del nostro Paese: decine di donne che vengono assassinate dai propri mariti, ex, compagni, colleghi, parenti o amici. I dati Istat sul numero di vittime di omicidio volontario arrivano fino al 2017, quando le donne assassinate sono state 115. È il numero più basso degli ultimi anni: nel 2013 erano state 181, nel 2014 147, nel 2015 143 e nel 2016 137. Negli ultimi cinque anni c’è quindi stato un calo del 36,5 per cento. Il Ministero dell’Interno fornisce dati sugli omicidi in ambito familiare che hanno registrato delle donne come vittime nel suo “Dossier Viminale”, che analizza ogni anno l’arco temporale compreso tra il 1° agosto e il 31 luglio. L’ultima edizione copre il periodo 2018/2019 e allora gli omicidi in ambito familiare sono stati 92 (il 63,4 per cento dei 145 omicidi in ambito familiare totali). Nell’anno precedente (e, quindi, dal 1° agosto 2017 al 31 luglio 2018) le donne vittime di femminicidio sono state, ancora una volta, 92 (il 68,7 per cento dei 134 omicidi in ambito familiare).

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Il libro di don Aldo Buonaiuto,
SASSOFERRATO | ANCONA

Halloween: un viaggio nel mondo nell'occulto

L'incontro tenuto da don Aldo Buoniauto presso la parrocchia di san Facondino
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Pini domestici
EMERGENZA ECOLOGICA

Piano del Campidoglio per le periferie green

In Italia 31 metri quadri di verde a cittadino. Piantare alberi è tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo...
Sampdoria-Roma 0-0. Nicolò Zaniolo contrastato da Bertolacci - Foto © Twitter
SERIE A

Ranieri, buona la prima: la Roma sbatte sulla Samp

Pareggio a reti bianche a Marassi. Il Genoa crolla col Parma, l'Inter soffre ma stende il Sassuolo
Maker Faire Rome
SVILUPPO

Enea, verdure spaziali e hi-tech anti-zanzare

Alla rassegna romana degli inventori 4.0 le ultime scoperte dell’ente pubblico di ricerca