Jacksonville, sparatoria a un torneo di videogiochi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:38

Una sanguinosa sparatoria ha sconvolto il Glhf Game Bar di Jacksonville, in Florida, dove un uomo ha aperto il fuoco sulla folla mentre all'interno del locale si stava svolgendo un torneo di videogiochi: al momento, secondo quanto riportato dall'ufficio dello sceriffo della Contea, sulla scena ci sarebbero diversi morti e molti feriti, alcuni dei quali trasportati in ospedale. Un sospetto sarebbe stato ucciso dalle Forze dell'ordine, intervenute tempestivamente sul posto ma pare ci sia un secondo sospetto, al quale i poliziotti starebbero ora dando la caccia. Il bilancio provvisorio parla di 4 morti e 11 feriti ma, al momento, non ci sono notizie ufficiali sul numero delle persone rimaste uccise.

La testimonianza

La sparatoria è avvenuta mentre al Glhf andava in scena il “Madden 19 Tournament”: uno dei partecipanti ha postato un tweet sul proprio profilo affermando di essere stato colpito a un dito. La polizia locale ha invitato la cittadinanza a tenersi lontana dall'area del Jacksonville Landing, una sorta di mercato all'aperto con negozi, bar e ristoranti nel centro della città, lungo il fiume St. Johns, dove si trova anche il bar teatro della sparatoria. Un testimone, Malik Brunson, riportato dalla Cnn, ha detto che era in un ristorante quando sono stati uditi i primi spari: “Tutto quello che ho sentito è che ha preso una pistola e gli spari sono iniziati: uno uomini è entrato nel locale con ferite da arma da fuoco, dopodiché ci siamo chiusi dentro”.

 

#show_tweet#

 

Il sindaco della città, Lenny Curry, ha fatto sapere di essere in continuo contatto con lo sceriffo Mike Williams “per quanto riguarda la situazione in corso al Landing”. Nel frattempo, funzionari della polizia federale stanno svolgendo i primi rilevamenti sul posto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.