VENERDÌ 25 MAGGIO 2018, 18:14, IN TERRIS


MASSACRO DEL CIRCEO

Izzo ai pm: "Violentammo e uccidemmo un'altra ragazza"

Potrebbe trattarsi di Rossella Corazzin, giovane friulana rapita nel 1975. Il corpo non è mai stato trovato

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Angelo Izzo
Angelo Izzo
N

on solo il massacro del Circeo e la strage di Ferrazzano: la carriera criminale di Angelo Izzo, killer noto alle cronache principalmente per i due fatti di sangue risalenti rispettivamente al 1975 e al 2005, potrebbe essere stata corredata da un altro atroce delitto, risalente anch'esso allo stesso anno del primo omicidio: Izzo ha riferito ai magistrati che lui e il suo branco sarebbero responsabili anche della morte di Rossella Corazzin, 17enne friulana scomparsa il 21 agosto 1975 da Pieve di Cadore e, secondo quanto da lui riportato, violentata e uccisa sulle rive del Lago Trasimeno. Come riferito dal 'Gazettino', il fascicolo contenente le dichiarazioni di Izzo sarebbe finito al procuratore di Belluno, Paolo Luca, il quale lo ha successivamente girato al collega di Perugia.


Le parole di Izzo

L'inchiesta sui presunti fatti del Trasimeno aveva subito un'archiviazione dalla Procura in quanto Izzo era ritenuto non credibile e nessun elemento, a seguito di successive verifiche, era emerso a supporto della sua tesi. A ogni modo, il killer del Circeo ha riferito ai pm romani (ai quali per competenza era stato trasmesso il fascicolo) che in 10 rapirono e violentarono Rossella prima di ucciderla. La scelta sarebbe ricaduta su di lei in quanto ancora vergine. Il corpo della ragazza, la cui sorte è rimasta un giallo fino a oggi, non è mai stato ritrovato. Come spiegato dal procuratore bellunese "nelle dichiarazioni sulle altre violenze del gruppo rese ai pm di Roma e che mi sono state trasmesse, Angelo Izzo ha dedicato poche parole, vaghe, alla vicenda di questa ragazza, Rossella Corazzin, ma ha dato riferimenti su data della scomparsa e luogo dell'uccisione, da far ritenere che sia effettivamente lei". Il legale Massimo Ciardullo, difensore di Gianni Guido (il quale è nel frattempo tornato libero), ha definito quella legata al caso Corazzin "una notizia priva di qualsiasi fondamento. Quello che racconta Angelo Izzo va sempre preso con le molle perché in passato ha dimostrato di essere una persona non coerente e lineare". L'avvocato ha inoltre affermato di non sapere "nulla di questa vicenda". Non è infatti la prima volta che Izzo si rende protagonista di rivelazioni simili.


Dal Circeo a Ferrazzano

L'omicidio, al netto di successivi sviluppi, sarebbe dunque da datarsi un mese prima dei fatti del Circeo, rimasti nella memoria popolare come uno dei delitti più feroci e insensati della storia recente del nostro Paese. La violenza con la quale Izzo, assieme ai suoi due compagni Gianni Guido e Andrea Ghira, si accanirono su Rosaria Lopez (uccisa) e Donatella Colasanti (massacrata fin quasi alla morte) rimase impressa in modo indelebile nella memoria popolare, così come il mancato riscontro di alcun cenno di pentimento nei killer, nemmeno dopo le condanne. Due di loro, Izzo e Guido, furono arrestati poche ore dopo, mentre Ghira, avvertito in tempo da una soffiata, sparì nel nulla emigrando probabilmente in un altro Stato senza mai essere rintracciato. Lo scalpore della vicenda fu connesso anche allo status dei tre ragazzi, tutti appartenenti a famiglie benestanti e frequentatori dei luoghi di ritrovo della Roma bene. La follia di Izzo si palesò nuovamente nel 2005 allorché, dopo aver beneficiato del regime di semilibertà, uccise altre due donne, Maria Carmela e Valentina Maiorano, rispettivamente moglie e figlia del pentito Giovanni Maiorano. A seguito dei nuovi delitti, che non mancaraono di scatenare feroci polemiche nell'opinione pubblica italiana, Izzo fu dapprima condannato a 30 anni e, infine, a due ergastoli confermati anche negli ultimi due gradi di giudizio.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
FIUMICINO

Arrestato il boss dei narcos Dottor Wagner

Socio di El Chapo, coordinava il trasferimento di stupefacenti dal Messico agli Stati Uniti
Metro della linea 2 allagata
CAMPANIA

Bomba d'acqua su Napoli: metro allagata

Problemi anche per chi viaggia in circumvesuviana
Campo rom
PISA

Matrimonio combinato e violenze sulle figlie: padre arrestato

Accusato di "costrizione o induzione al matrimonio", primo caso in Italia
Phoebe Waller Bridge
EMMY AWARD 2019

Emmy: trionfa Fleabag, al Trono di Spade 2 statuette

Tutti i premi più importanti della televisione consegnati nella notte del 22 settembre a Los Angeles
Il card. Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente del Ccee
GENOVA

Al via il percorso diocesano di formazione socio politica

Il 22 novembre interverranno il card. Bagnasco e David Sassoli, presidente del Parlamento europeo
Ocean Viking
MIGRANTI

L'Ocean Viking attraccherà a Messina

Ok del Viminale: i 182 a bordo toccheranno terra in Sicilia. Tutto pronto, intanto, per il summit a La Valletta
Gino Paoli
ARTISTA E POETA

Gino Paoli e un compleanno senza celebrazioni

L'autore di "Senza fine" e di "Sapore di sale" festeggia oggi 85 anni
Il cenno d'intesa fra Vettel e Leclerc all'arrivo del Gp di Singapore - Foto © Twitter
IL GP

Vettel-Leclerc: Singapore è rosso Ferrari

Straordinaria doppietta per il team di Maranello davanti a Verstappen ed Hamilton
La sacca dell'iniziativa
AMBIENTE

Legambiente: “Rifiuti e pregiudizi inquinano”

700 mila volontari a “Puliamo il mondo”: effetto Greta sull’eco-mobilitazione arrivata alla 27° edizione
L'epicentro del sisma
SISMA

Terremoto in provincia di Udine

Magnitudo 3.8 con epicentro a Tolmezzo, stamattina ha tremato il Centro Italia
Ospedali riuniti di Foggia
CERIGNOLA | FOGGIA

Picchiati da coetanei senza motivo: 2 ragazzi in ospedale

Un secondo agguato a Foggia nei confronti di altri due minorenni
Giuseppe Conte con Maurizio Landini
LECCE

Conte dalla Cgil: "Pugno duro
con chi evade"

Il premier chiude le Giornate del lavoro organizzate dalla sigla sindacale