INDONESIA, RECUPERATA LA SCATOLA NERA DELL’AEREO PRECIPITATO A OKSIBIL

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:05

Sono ancora incerte le cause che hanno fatto precipitare l’aereo ATR-42  della Trigana Air a Oksibil, in Indonesia. Ma i soccorritori hanno ritrovato oggi la scatola nera del velivolo, che dovrebbe essere esaminata in giornata e dovrebbe fornire elementi chiave per ricostruire le dinamiche della tragedia che ha portato alla morte di 54 persone. Il direttore delle operazioni dell’agenzia nazionale ricerca e salvataggio, Geronimo Guru, ha comunque detto che la conformazione del territorio della provincia più a est dell’Indonesia può essere stato un fattore. “C’è la possibilità – ha affermato – che l’aereo abbia colpito un picco e poi sia caduto in un burrone, perché il luogo dove è stato trovato è molto ripido”.

“Alle 13.40 ora locale, la scatola nera dell’aereo di Air Trigana è stata individuata” ha sottolineato J.A. Barata, portavoce del ministero dei Trasporti, contattato telefonicamente dall’agenzia di stampa Xinhua. Sono 79 i soccorritori, tra soldati, polizia e volontari, nella zona dello schianto: tramite il loro lavoro tutti i 54 corpi recuperati sul luogo dello schianto saranno trasportati con elicotteri a Sentani, come ha sottolineato il vice capo dell’ufficio nazionale di ricerca e salvataggio Heramus Guru, che ha parlato di tre elicotteri già pronti per provvedere allo spostamento delle salme.

L’aereo passeggeri ATR-42 ha perso la comunicazione con la torre di controllo alle 14.55 ora locale nella giornata di domenica e si è schiantato contro il Monte Tangok nel distretto Bintang di Papua, a circa 15-20 km dall’aeroporto di Oksibil. A bordo dell’aereo c’erano 44 passeggeri adulti, cinque bambini e neonati e cinque membri dell’equipaggio. La Trigana Air è inserita nella black list dell’Unione europea dal 2007. Dal 1991, anno di avvio della compagnia, ha avuto 14 incidenti gravi. L’Indonesia ha avuto un punteggio basso in una verifica di sicurezza dell’agenzia aeronautica delle Nazioni Unite dello scorso anno, perché, secondo due fonti vicine alla vicenda, il ministero dei Trasporti è sotto organico.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.