IL SUPERTIFONE NEPARTAK COLPISCE TAIWAN: 2 MORTI E 250MILA SFOLLATI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:11

Il supertifone Nepartak è arrivato sull’isola di Taiwan, o Formosa, arcipelago del mar cinese. Accompagnato da fortissimi venti e da piogge torrenziali, il tifone ha effettuato il “landfall” (l’approdo) nella località di Taimali, nella regione orientale di Taitung, poco prima delle 6 del mattino ora locale (mezzanotte in Italia). Un tifone viene classificato come “approdato” quando il centro della tempesta (l’occhio del ciclone) si muove sulla terraferma. Nepartak si è presentato con venti medi di circa 240 km/h, ma raffiche ben più forti, che lo classificano come un potentissimo categoria 4, il peggiore dal 1901.

Il tifone ha poi attraversato Taiwan da parte a parte, seminando morte e distruzione soprattutto nella parte orientale dell’isola: il bilancio ancora provvisorio parla di 2 morti e 66 feriti – la maggior parte colpita da oggetti – in seguito ai venti distruttivi accompagnati da precipitazioni torrenziali che hanno scaricato al suolo, in meno di 12 ore, anche 500 mm d’acqua. Le autorità hanno proceduto all’evacuazione di 15mila persone e disposto la chiusura di tutte le scuole, e negli scali aerei sono stati cancellati centinaia di voli. Al momento, circa 255mila abitanti sono privi di corrente elettrica.

Dopo Taiwan, è previsto che il super tifone – che si sposta a una velocità di 13 km/h in direzione nordovest – continui la sua marcia verso la Cina dove andrebbe ad aggravare la già critica situazione per le alluvioni nel Sud Est del paese più popoloso del mondo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.