GIOVEDÌ 13 DICEMBRE 2018, 11:18, IN TERRIS


FRANCIA

Gilet Gialli: 23enne investito e ucciso da un camion

L’autista del mezzo pesante, 26 anni, è stato fermato e interrogato

MILENA CASTIGLI
Il luogo dell'incidente
Il luogo dell'incidente
N

uova vittima - la sesta - tra i "gilet gialli" in Francia. Da quanto si è appreso dal vice procuratore di Avignone, Caroline Armand il ragazzo coinvolto aveva 23 anni e stava partecipando a una delle manifestazioni di protesta ad Avignone: è morto dopo essere stato investito da un camion la scorsa notte, a cavallo tra mercoledì 12 e giovedì 13 dicembre.

Lo riferisce Bfmtv e lo ha confermato anche la procura avignonese spiegando che l’incidente è avvenuto intorno a mezzanotte vicino a una rotonda all’uscita dall’autostrada Avignon Sud. Il giovane è morto a causa delle ferite riportate nell’investimento. Il corpo è stato trasferito all’ospedale di Nîmes per l’autopsia mentre l’autista del camion, 26 anni, è stato fermato e interrogato.

Sui social network, un altro degli aderenti al movimento di protesta ha comunicato che la moglie del giovane ucciso dal camion aveva partorito tre giorni fa, e che l’uomo aveva deciso di continuare nei presidi dei gilet gialli, invece che stare insieme a suo figlio, per il futuro del suo bambino. Questa è la sesta morte legata al movimento attivo in Francia da circa tre settimane per chiedere cambiamenti sociali e le dimissioni del presidente francese Emmanuel Macron.


Le altre vittime

Come ricorda Primato Nazionale, il primo morto tra i gilet gialli si è registrato il 17 novembre scorso, quando un manifestante è stato ucciso a Pont-de-Beauvoisin (Savoia) dopo essere stato colpito da un automobilista in preda al panico di fronte a un blocco stradale messo in atto dai gilet gialli. Due giorni dopo, un motociclista di 37 anni è stato colpito da un camioncino che stava manovrando per evitare un altro presidio.

Nel secondo fine settimana di mobilitazione, nella notte tra l’1 e il 2 dicembre, un automobilista è morto in un tamponamento provocato da un blocco stradale dei gilet gialli su una strada provinciale nei pressi di Arles, nella regione delle Bocche del Rodano. La quarta vittima è una donna di 80 anni ferita da una granata di gas lacrimogeno a Marsiglia il 1 ° dicembre: è morta il giorno dopo in ospedale durante un’operazione chirurgica. Il 10 dicembre, una ventenne è stata uccisa a Chasseneuil-sur-Bonnieure (Charente) dopo essere stata coinvolta in un incidente con un camion sempre a un presidio dei gilet gialli.

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TURCHIA

Terremoto magnitudo 5.5, nessuna vittima

Colpita la provincia di Denizli, danneggiate alcune case in legno
Nicola Zingaretti

Noblesse oblige

Appena eletto a Segretario nazionale del Partito Democratico, su Nicola Zingaretti immediatamente un settimanale...
La stretta di mano fra i due presidenti
USA

Trump riceve Bolsonaro, intesa a Washington

Primo faccia a faccia fra i due presidenti: commercio, Venezuela e Nato al centro dei colloqui
Lorenzo Orsetti
SIRIA

Recuperato il corpo di Lorenzo Orsetti

Lo conferma suo padre. Il combattente italiano in un video: "Rifarei questa scelta cento volte"
La nave
MIGRANTI

Salvini: "Non è salvataggio, ma traffico esseri umani"

Così il vicepremier a proposito della "Mare Ionio", ancora al largo delle coste libiche
L'ambasciatore Usa Grenell
LO SCONTRO

Berlino e Washington ai ferri corti

Huawei e spese militari, rapporti tesi. Chiesta l'espulsione dell'ambasciatore Usa