Germania, i corpi di 6 teenager trovati in una villetta della Baviera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:58

Giallo in Germania. Sei teenager sono stati ritrovati senza vita, in una casetta di legno in un giardino della Baviera. È accaduto ad Arnstein, un piccolo comune da 8 mila abitanti, a 25 km da Wuerzburg. Sulle cause di queste morti non vi è ancora alcuna certezza, ma sotto accusa potrebbe esserci anche una stufa. Nella piccola dependance, 5 ragazzi e una ragazza, tutti di età compresa fra i 18 e i 19 anni, avevano organizzato una festa ieri sera. Nessuno di loro, però, è rientrato a casa.

Un padre in ansia, preoccupato di aver perso fino a stamani ogni contatto coi suoi figli, è andato a cercarli sul luogo dell’appuntamento. Aperta la porta, intorno alle 11, ha trovato i sei corpi senza vita: quelli della figlia, del figlio e dei loro amici, tutti ragazzi della zona. L’uomo ha immediatamente allertato il pronto soccorso, la polizia e i vigili del fuoco, ma è stato comunque troppo tardi: il medico, arrivato sul luogo, ha potuto soltanto constatare il decesso di tutti e sei i giovanissimi. Uno choc per gli abitanti del piccolo centro, mentre la polizia adesso indaga. Non vi sarebbero indizi, al momento, per pensare ad una aggressione violenta subita da parte di qualcuno.

Diverse le piste seguite dagli inquirenti, per capire le cause della strage: anche una stufa. “I ragazzi hanno riscaldato l’ambiente con una stufa. Questa è una possibilità da prendere in considerazione. Ma ce ne sono anche altre”, ha detto il portavoce della polizia locale, Bjoern Schmitt, alla Bild. I risultati delle autopsie contribuiranno a far luce su quello che per ora resta un mistero. Sul fatto indaga la procura di Wuerzburg.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.