Genova, aggredisce i passanti aizzandogli contro il cane: 3 feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:28

Paura a Genova dove un uomo ha prima aggredito tre passanti con calci e pugni e poi ha aizzato contro di loro il suo cane, un pit bull terrier.

Duplice episodio

Poco prima, lo stesso uomo avrebbe litigato aspramente con un amico su chi fosse il proprietario del cane, discussione poi finita in rissa.

L’autore del duplice episodio sarebbe un marocchino quarantenne, già identificato dalle forze dell’ordine e ora ricercato da polizia e vigili urbani nei pressi delle aggressioni, avvenute in piazza Caricamento dove si stava svolgendo la Festa dell’Unità. A quanto risulta, una delle aggressioni è avvenuta su un bus nei pressi del capolinea Amt, ubicato nella medesima piazza.

Nessuna delle vittime ha riportato ferite gravi: sono state tutte medicate all’ospedale Galliera per contusioni e lacerazioni provocate dai morsi dei cani.

Garassino

L’assessore comunale alla Sicurezza, Stefano Garassino, richiederà una riunione urgente al prefetto del capoluogo ligure, Fiamma Spena, sull’area di piazza Caricamento “per costruire con lei e con le forze dell’ordine un progetto”.

Riportato da Il Secolo XIX, Garassino ha ammesso che, nonostante l’impegno della polizia Municipale che “tanto sta facendo per intaccare una situazione di invivibilità costruita con anni di disimpegno delle amministrazioni che ci hanno preceduto, la situazione di giorno resta di forte degrado: stiamo parlando di sicurezza e ordine pubblico, non solo di vivibilità, anche se pure questa è compromessa. E non bastano gli interventi delle forze dell’ordine, che ci sono e sono ripetuti: serve che siano messi ‘a sistema’ in un progetto che affronti la situazione in modo organico”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.