Forte terremoto in Molise: magnitudo 5.2

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:25

Una forte scossa di terremoto è stata avvertita alle 20,30 in Molise. La magnitudo, secondo le prime informazioni, è di 5.2. L'epicentro è a Montecilfone, in provincia di Campobasso. Mentre l'ipocentro è stato calcolato a soli 9 km di profondità. Lo riporta il Centro Nazionale Terremoti.

Molte le persone uscite di casa e scappate in strada nel capoluogo e anche a Larino, comune molisano di 6 670 abitanti della provincia di Campobasso, vicino al confine con la Puglia. Secondo alcuni testimoni, la scossa è stata chiaramente avvertita anche in Abruzzo e Puglia.

Il terremoto è stato seguito a pochi minuti di distanza da altre due scosse, la prima di magnitudo 2.8 sempre con epicentro a Montecilfone e la seconda di magnitudo 3.0 con epicentro a Guglionoesi (CB), vale a dire poco distante. Al momento, sembra non ci siano danni a cose e persone.

Le scosse odierne seguono di poche ore quella avvenuta ieri alle ore 23.48 di magnitudo 4.7 sempre con epicentro a Montecilfone a una profondità di 19 km. La scossa è stata avvertita anche nel basso Molise e in alcune zone del Vastese.

Il terremoto di oggi è stato avvertito anche in Campania. La sala di monitoraggio dell'Osservatorio vesuviano – informa la direttrice, la professoressa Francesca Bianco, ripresa da Ansa – è stata subissata dalle telefonate di cittadini preoccupati. Nel capoluogo partenopeo la scossa è stata avvertita anche ai piani più bassi degli edifici.

Terremoto distintamente avvertito anche dalla popolazione di Rieti e nei comuni dell'Alto Velino, già devastati dal sisma del 2016.

 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.