DOMENICA 03 MAGGIO 2015, 17:16, IN TERRIS

EXPO, SI STACCA UNA PLACCA DI METALLO DAL PADIGLIONE TURCO. FERITA 24ENNE

Si tratta del secondo incidente in due giorni

MILENA CASTIGLI
EXPO, SI STACCA UNA PLACCA DI METALLO DAL PADIGLIONE TURCO. FERITA 24ENNE
EXPO, SI STACCA UNA PLACCA DI METALLO DAL PADIGLIONE TURCO. FERITA 24ENNE
Un incidente strutturale "sporca" i primi giorni di apertura di Expo, la grande esposizione universale dedicata all’alimentazione inaugurata a Milano il 1 maggio e aperta al pubblico fino al 31 ottobre prossimo. Una placca di metallo, del peso di circa 300 grammi, si è staccata dalla copertura esterna del padiglione della Turchia colpendo alla testa una turista albanese di 24 anni che stava passando proprio in quel mentre lì sotto. La donna è stata trasportata d'urgenza nell’ospedale milanese San Carlo, dove le hanno prestato le prime cure. Secondo i sanitari, la ferita non sarebbe grave, non perdeva sangue e dovrebbe rimarginarsi nel giro di pochi giorni.

La Turchia è stata tra gli ultimi Paesi ad aderire a Expo e il suo padiglione è stato costruito in tempi record da una ditta italiana nel tentativo – riuscito? – di farlo trovare pronto per le centinaia di migliaia di visitatori previsti. Forse il cedimento della struttura metallica è stato provocato proprio da un’eccessiva rapidità nell’assemblaggio delle parti. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri, che hanno effettuato delle verifiche tecniche. Il padiglione turco – il quarto più grande della manifestazione - è rimasto comunque aperto al pubblico; è stata chiusa solo una parte dell’area esterna. Proprio in questo padiglione si recherà il Papa invitato dal Governo turco dopo le polemiche scaturite dalle parole del Pontefice durante le celebrazioni dei cento anni del genocidio armeno.

Si tratta del secondo incidente dall’inaugurazione dell’esposizione universale, in soli due giorni. Il primo maggio si erano verificati momenti di tensione quando l’ascensore che trasportava il viceministro delle Politiche Agricole Andrea Olivero e il presidente dell’Ente Nazionale del Turismo Cristiano Radaelli, si era improvvisamente bloccato. Ad attenderli al piano terra, all’ingresso dell’Open Air Theatre, i senatori Albertini e Marino, che hanno subito allertato i soccorsi. I vigili del fuoco sono intervenuti dopo circa un quarto d’ora e hanno forzato l’apertura delle porte. “Nessuna paura, sapevamo ci avrebbero tirato fuori” ha dichiarato sportivamente Olivero. “Salvati da due senatori della Repubblica – aveva scherzato Albertini – serviamo ancora a qualcosa”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Incendio in una fabbrica in India
INCIDENTI SUL LAVORO IN INDIA

Mumbai, rogo in una fabbrica di dolci: 12 morti

Il calore sprigionato dal rogo ha causato un rapido cedimento di parte della struttura
Pier Carlo Padoan
CASO BANCHE

Padoan: "Mai autorizzati colloqui dei ministri"

Il titolare del Mef: "Sugli istituti di credito la responsabilità è di via XX Settembre"
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
Marco Orsi e Luca Dotto
NUOTO | EUROPEI

Dotto, Orsi, Sabbioni: a Copenaghen brillano le stelle azzure

L'Italia vince la classifica per nazioni del torneo continentale di vasca corta con 959 punti
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018