MERCOLEDÌ 11 APRILE 2018, 00:49, IN TERRIS


BRASILE

Evasione di massa dal carcere: 20 morti

La violenza a Belem: uccisi una guardia e 19 rivoltosi, aitutati da un gruppo esterno. Non si sa quanti siano fuggiti

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Belem. La prigione di Santa Izabel, teatro della sparatoria
Belem. La prigione di Santa Izabel, teatro della sparatoria
E'

tornato a scorrere il sangue in un penitenziario del Brasile, dove almeno 20 persone sono morte in uno scontro a fuoco con la Polizia, iniziato a seguito di un tentativo di evasione di massa. La mattanza, stavolta, è avvenuta nel carcere di Santa Izabel di Belem, nel nord del Paese, dove un nutrito gruppo di detenuti ha cercato di eludere la sorveglianza delle guardie scatenando una violenta sparatoria nella quale a farne le spese sono stati per la maggior parte gli evasori e i loro complici: in 19 sono rimasti uccisi sotto i colpi dei poliziotti ma altri sono riusciti a oltrepassare la barriera di fuoco e a uscire dal penitenziario, dandosi alla fuga. Mentre all'interno avveniva la strage, da fuori un gruppetto armato ha tentato di assaltare la prigione con l'obiettivo di distogliere l'attenzione degli agenti e facilitare la fuga dei detenuti. Non è chiaro, al momento, in quanti siano riusciti a fuggire.


La sparatoria

Secondo quanto riferito dalla segreteria di Sicurezza dello stato di Parà, a iniziare le ostilità sarebbe stato proprio il gruppo di rivoltosi che ha agito all'esterno il quale, poco dopo le 13, ha fatto saltare in aria uno dei muri della recinzione. Nella concitazione del momento, alcuni dei prigionieri hanno tirato fuori delle armi avviando una sparatoria feroce e prolungata per quasi un'ora, forse più. Uno scontro a fuoco che, alla fine, ha lasciato sul terreno 19 rivoltosi e un funzionario della prigione (altri quattro sono rimasti feriti), con immagini diffuse dei corpi sommariamente ammucchiati nei pressi dell'ingresso della prigione, crivellati di colpi e coperti di sangue.


Carcere stracolmo

Sedata la rivolta, le Forze dell'ordine hanno immediatamente avviato le ricerche dei fuggitivi e iniziato le indagini sul gruppo di criminali che ha attaccato la prigione. L'ispettore di Polizia Rodrigo Leao ha riferito che due armi da assalto, tre pistole e altre armi da fuoco sono state sequestrate ad alcuni degli assalitori. Nel frattempo, si riapre ancora una volta il dibattito sulla situazione delle carceri brasiliane, in fortissimo deficit logistico e preda sempre più frequentemente, specie nell'ultimo anno, di gravissimi episodi di ribellione o di scontri armati fra bande rivali, spesso detenuti nelle stesse prigioni.  L'ala del penitenziario di Santa Izabel, nello specifico, avrebbe secondo il National Justice Council (CNJ), la possibilità di far entrare un numero vicino ai 432 detenuti: attualmente, ne ospita 659. In totale, la struttura di detenzione ha al suo interno 3.400 prigionieri. Numeri emblematici che la dicono lunga sullo stato del sistema carcerario brasiliano.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Stefano Cucchi
INCHIESTA

Caso Cucchi, 8 carabinieri a processo per depistaggio

Il Gup ha fissato per il prossimo 12 novembre la prima udienza
Paolo Borsellino
ANTIMAFIA

Borsellino, l'audio inedito: "Libero di essere ucciso la sera"

Desecretati file fino al 2001. L'amarezza del magistrato alla vigilia del maxi-processo: "Auto blindata solo la...
Il Palazzo del Viminale
CENSIMENTO

Dal Viminale la circolare sugli insediamenti rom

Pubblicato il testo mandato ai prefetti, fra due settimane il vertice sulla situazione
Il Teatro Marcello
ROMA

Riapre il percorso pedonale del Teatro di Marcello

L'intervento di messa in sicurezza è stato promosso da Roma Capitale
Scuola in Cile - Foto: educacionparaelfuturo20.blogspot.com
CILE

La religione a scuola diventa facoltativa. No delle Chiese

Dichiarazione congiunta di cattolici, luterani, ebrei e islamici contro la decisione delle istituzioni
PIEMONTE

Torino, sequestrati 2,6 milioni di giocattoli pericolosi

L'indagine ha evitato l'ingresso nel mercato dei beni dannosi per i bambini
ESCLUSIVA

Salvini: "Sradicheremo i clan e la mentalità mafiosa"

Il Ministro dell'Interno risponde con una lettera a In Terris all'appello di Borrometi sul caso Vittoria e assicura:...
Martello
COCCAGLIO | BRESCIA

Tenta di uccidere a martellate moglie e figlia

L'uomo, un 59enne, è stato bloccato e arrestato dai Carabinieri
Ponte Morandi a Genova
GENOVA

Ponte Morandi: "Problemi di sicurezza già da 10 anni"

Lo rivela il rapporto commissionato da Atlantia riportato dal "Financial Times"
Anziano in cerca di cibo tra i rifiuti
NUOVE POVERTÀ

Coldiretti: "Anche in Italia si soffre la fame"

"Quasi 3 milioni di persone costrette a chiedere aiuto per il cibo da mangiare"
Tempio indonesiano
INDONESIA

Terremoto a Bali: danni al tempio indù

Non è stato diramato alcun allarme tsunami
Truffa online
CREMONA

Migliaia di truffati online: 4 arresti

Le fiamme gialle hanno sequestrato beni per 1,5 milioni di euro