LUNEDÌ 13 MAGGIO 2019, 15:48, IN TERRIS


MALTEMPO

Esonda il Savio, a rischio anche il Secchia

Allerta massima in Emilia-Romagna, dove è stata interrotta la Bologna-Rimini. E piogge e vento non si fermano

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
L'esondazione del Savio
L'esondazione del Savio
C

ontinua a imperversare il maltempo sulla penisola italiana, alle prese con nubifragi e conseguenti esondazioni nel nord del Paese, dove la massima allerta è stata diramata rispetto alle situazioni del Secchia e del Panaro, in provincia di Modena, dove sussiste il rischio di straripamento e di frane. In alcune zone, come Fossalta-Saliceto, il fiume Panaro ha già oltrepassato gli argini, rendendo necessarie alcune opere di prosciugamento e anche di soccorso. Situazione al limite anche in altre zone dell'Emilia: stamattina è stata infatti disposta la chiusura della linea Bologna-Rimini fra Cesena e Forlì, a causa dell'esondazione del fiume Savio. La problematica del trasporto ferroviario è stata tamponata con la messa in funzione di un servizio di navette e bus sostituivi ma sussiste il rischio concreto che il corso d'acqua esondi ancora, a Ravenna ad esempio, dove il sindaco Michele De Pascale ha invitato la cittadinanza a non uscire di casa e a portarsi ai piani alti degli edifici, parlando del rischio di chiusura dei ponti che attraversano il fiume.


Maltempo a oltranza

Non c'è tregua, dunque, per l'Italia così come per altri Paesi europei, investiti da un'ondata eccezionale di maltempo che ha fatto precipitare i termometri a temperature autunnali. E, secondo quanto riferito da ilMeteo.it, le condizioni atmosferiche non miglioreranno nemmeno nei prossimi giorni, a causa di un vortice di bassa pressione alimentato da venti freddi che, molto probabilmente, porterà ulteriori precipitazioni, anche violente, con particolare interessamento della costiera adriatica fra le Marche e la zona sud-est dell'Emilia-Romagna. Non saranno risparmiate nemmeno le regioni nord-orientali e la fascia tirrenica, con allerta gialla in Toscana, in Liguria e avviso di venti di burrasca durante la settimana, circostanza che contribuirà a far restare gli indicatori di temperatura su standard ben al di sotto di quelli previsti per il mese di maggio.


Danni gravi

Nel frattempo, a ondata di tempo da novembre non ancora finita, inizia già la conta dei danni: particolarmente toccate le aziende agricole, alle prese con gravi danni alle colture specie nelle zone di Ginosa, Mottola e Castellaneta Marina (Taranto) e Valle D'Itria (Bari) in Puglia, come segnalato dalla Cia Agricoltori Due Mari. A suonare l'allarme, però, è anche Coldiretti, secondo la quale "siamo di fronte alle evidenti conseguenze dei cambiamenti climatici anche in Italia, dove l'eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai la norma".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?

Maltempo a maggio: ecco le conseguenze

Allarme di Coldiretti per la "maledetta primavera": milioni di danni nei campi per pioggia e grandine

Danni ai vitigni per il maltempo di maggio - Foto Verona Settegiorni
Grandine, pioggia intensa, vento forte, si esce da casa vestiti con abiti autunnali. Quella che è già stata definita dagli esperti di...
NEWS
BERGAMO

Due fratelli muoiono durante un bagno nel lago d’Iseo

Non sapevano nuotare, per i carabinieri potrebbe averli inghiottiti una buca sott’acqua. Cinque morti in due giorni
TOSCANA

Ecco gli eredi di giullari e menestrelli

Un festival dedicato ai poeti ambulanti e al repertorio dei cantastorie
MIGRANTI

Open Arms, la polizia nella sede della Guardia Costiera

Ieri l'appello del presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, affinché l'Italia consenta lo sbarco

Due punti fondamentali

Siamo finiti in un grande confusione, ed è difficile comprendere quali esiti finali avrà la crisi di...
Peter Fonda in Easy Rider
CINEMA

E' morto Peter Fonda, la star di Easy Rider

L'attore, figlio del grande Henry, aveva 79 anni. Con il film capolavoro del 1969 segnò un'intera generazione

Positivo all’alcoltest chiama il padre, ma è ubriaco anche lui

L’uomo per evitare il sequestro dell’auto si è fatto venire a prendere dai genitori, ma al padre hanno...