Duplice omicidio nella Capitale: uccisi con una coltellata al cuore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:19

Weekedn di sangue nella Capitale, scossa da un duplice omicidio, uno a circa 24 ore dall'altro e riconducibili alla stessa mano, quella di un uomo fermato ieri e, al momento, accusato solo di evasione dai domiciliari e indagato per uno dei due omicidi. E' la pista che stanno vagliando gli investigatori in queste ore per far luce sulle morte del giovane transessuale romeno trovato venerdì nel parco del Turismo all'Eur e di un ragazzo di vent'anni di origini nordafricane soccorso stamattina in un palazzo di San Basilio. Delitti, come riprota l'Ansa, avvenuti ai due estremi della città, ma che potrebbero però essere collegati tra loro. Gli inquirenti avrebbero infatti trovato degli elementi in comune e stanno valutando una eventuale correlazione tra loro.

Il sopsettato

I poliziotti della Squadra Mobile di Roma hanno fermato un sospettato per l'uccisione del transessuale. Ascoltato a lungo negli uffici della Questura, è stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari e indagato per l'omicidio del transessuale. Si scava ora nella vita dell'uomo, cercando di ricostruire i suoi spostamenti, per capire se possa essere lui l'autore di entrambi i delitti.

Gli omicidi

Erano da poco passate le 11 ieri mattina quando un passante ha notato il corpo per terra del transessuale romeno 27enne sotto un albero del parco di via delle Tre Fontane. Il cittadino ha richiesto l'intervento del 118. Giunti sul posto gli operatori sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Da un primo esame medico legale, il corpo presentava una profonda ferita al torace compatibile con una coltellata al cuore. Il transessuale, che si prostituiva in zona, potrebbe essere stato ucciso qualche ora prima del ritrovamento, forse all'alba. E quest'oggi, intorno alle 7:00 di mattina un ragazzo di vent'anni è stato soccorso in fin di vita in un palazzo di via Padre Lino da Parma. Inutile la corsa in ospedale perché il giovane è deceduto poco dopo. Anche in questo caso sul cadavere sarebbe stata riscontrata una ferita all'altezza del cuore, compatibile con una coltellata. Resta da capire quale legame possa esserci tra questi delitti, fermo restando, fa capire un investigatore, che le due vittime non si conoscevano.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.