Droga: avevano 17 chili di cocaina e 5 milioni di euro, arrestati

Due uomini sono stati fermati dai carabinieri. Si sospetta il coinvolgimento delle cosche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:21
droga

Due arresti per 17 chili di cocaina nascosti all’interno di un’auto e 5 milioni di euro in contanti interrati in giardino. È il risultato di un controllo alla circolazione stradale eseguito dai carabinieri ad Ardore Marina (Reggio Calabria), sulla Statale 106.

La perquisizioni

Fermati due uomini di 24 e 32 anni nella notte tra il 26 e il 27 novembre a un posto di blocco perché alla guida di due autovetture. Procedevano stranamente accodati. Il nervosismo dei due ha spinto i militari dell’Arma a perquisire i mezzi e all’interno del veicolo del 24enne, nascosti in un doppiofondo del vano porta oggetti. Hanno trovato 17 chili di cocaina, suddivisa in quindici confezioni sigillate.

La perquisizione è stata estesa alle loro abitazioni e a casa del 32enne, i carabinieri della compagnia di Locri, supportati dai carabinieri dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno trovato sei bidoni in plastica, interrati nel giardino e occultati sotto materiale di risulta. All’interno c’erano 5 milioni di euro in contanti: banconote di vario taglio poste sottovuoto in buste di plastica termosaldate. I due sono stati quindi arrestati e accompagnati in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Le perquisizioni: droga e cosche

È stata avvertita la Procura di Locri che ha avviato le indagini. Vista la quantità di droga e di denaro trovati, gli investigatori non escludono che ci sia il coinvolgimento delle famiglie di ‘Ndrangheta del territorio. Coinvolgimento che, se confermato, comporterebbe il trasferimento dell’indagine alla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.