Doppia scossa di terremoto, nessun danno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:56

Due scosse di terremoto si sono registrate oggi nel Parmense. La prima di magnitudo 3.3 alle 13.10, la seconda di magnitudo 4.4 alle 13.37. Secondo quanto riportato dai sismografi dell'Ingv, l'epicentro di quest'ultima è stato localizzato a 4 chilometri da Fornovo di Taro, a una profondità di 32 km. Il sisma è stato avvertito anche a Reggio Emilia, Milano, Genova e La Spezia. L'epicentro della prima era stato localizzato invece a 4 chilometri da Varano de' Melegari, sempre in provincia di Parma, a una profondità di 25 km. Non si segnalano danni a cose e a persone.

“Siamo in contatto con il centro regionale di protezione civile per ulteriori aggiornamenti. La situazione è in corso di monitoraggio” ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Parma Roberto Pizzarotti. ''Non ci sono state segnalazioni di danni agli edifici e alle persone. C'è stata grande paura che ha spinto le persone a telefonare a vigili del fuoco e carabinieri visto che oggi il Municipio è chiuso ma segnalazioni di danni non ce ne sono state” ha detto al telefono il sindaco di Fornovo di Taro, Emanuela Grenti. “Abbiamo attivato le verifiche sugli edifici pubblici, scolastici, sulla casa protetta, la palestra. Ad ogni modo – ha concluso – non si registrano danni, non si registra nulla di rilevante, di evidente”. La seconda scossa è stata avvertita distintamente anche in tutta la provincia spezzina e nel levante, fino a Genova. Diverse le chiamate ai vigili del fuoco da parte di cittadini allarmati. Nel centro di La Spezia, dove la scossa è stata percepita in particolare ai piani alti degli edifici, molti cittadini si sono precipitati in strada ma anche in questo caso, a parte la paura, non si registrano danni.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.