Derubava gli anziani con la “truffa dell'avvocato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:39

Ha concluso la sua carriera di “truffatore di vecchiette” con le manette ai polsi. E' infatti stato arrestato stamattina Ciro Laposta, un 33enne accusato di aver messo a segno almeno sette truffe ad anziani per un bottino di oltre 25 mila euro. I colpi sono stati fatti sei a Milano e una a Cesano Boscone, sempre nel milanese. Laposta era l'ultimo anello di una lunga catena delinquenziale ai danni dei pensionati.

L'operativo

Nello specifico, lui era “l'operativo”, vale a dire colui che andava fisicamente a ritirare i soldi o i gioielli dalle vittime raggirate. Almeno in un caso, per non creare sospetti, si è presentato al custode di un palazzo con una confezione d'acqua dicendo di dover effettuare una consegna

La truffa dell'avvocato

L'iter truffaldino messo in atto dalla gang era sempre il medesimo. Il sistema collaudato prevedeva di contattare la vittima dicendo di essere un avvocato che chiama da parte di un parente che ha commesso un grave reato e che può essere scarcerato solo con il pagamento di una cauzione. I complici telefonisti agganciavano le vittime da Napoli. Poi, Ciro si recava personalmente a ritirare la somma estorta. I carabinieri lo hanno arrestato oggi nel suo appartamento nel quartiere di San Pietro a Patierno, a Napoli, dove stava scontando gli arresti domiciliari per un'altra vicenda giudiziaria.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.