Deraglia carro merci: ferrovia danneggiata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:48

Un carro cisterna della compagnia francese Captrain che trasportava cloroformio, una sostanza infiammabile, è deragliato nei pressi della stazione di Rapallo, in un tratto dove la ferrovia corre in mezzo ai palazzi della città, fra Chiavari e Santa Margherita ligure, lungo la riviera di levante. La notizia è stata diffusa da Rfi, precisando che nell'area sono intervenuti 50 fra tecnici Rfi e addetti all'assistenza Trenitalia

Sono ancora da accertare le cause dell'uscita dai binari. Il convoglio era partito da Rosignano Solvay (Livorno) ed era diretto ad Alessandria. Dopo aver constatato che il carro cisterna non aveva subito perdite, i vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l'area. Poco prima delle 8 è stato rimesso sui binari e sistemato nella stazione di Santa Margherita. Il tratto di linea ferroviaria dove è avvenuto l'incidente è stato danneggiato. L'asse su cui poggiano le ruote del carro cisterna ha corso lungo le traversine deteriorandole. La circolazione ferroviaria prosegue su un solo binario a senso alternato.

Per garantire la mobilità – si legge nella nota – è stato necessario apportare alcune modifiche all'offerta commerciale di Trenitalia con cancellazioni e limitazioni di percorso per i treni sia regionali sia a lunga percorrenza. I treni in viaggio registrano mediamente ritardi fino a 20 minuti. Informazioni di dettaglio e il programma dei treni in servizio sono consultabili sito web trenitalia.com o chiamando il call center gratuito 800 89 20 21. L'assistenza ai passeggeri è stata potenziata nelle stazioni: Torino Porta Nuova, Milano Centrale, Genova Piazza Principe, Genova Brignole, Recco, Santa Margherita Ligure, Rapallo, Chiavari, Levanto, Monterosso, La Spezia e Pisa Centrale. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.