CHARLESTON, SPARATORIA IN UNA CHIESA AFROAMERICANA: IDENTIFICATO L’ASSASSINO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:30

L’Fbi ha identificato il killer della strage nella chiesa di Charleston: il suo nome e’ Dylann Storm Roof, di 21 anni. Lo rende noto la polizia della citta’. Potrebbe essere l’odio razziale il movente che ha spinto il giovane  a compiere la strage all’interno della chiesa frequentata dalla comunità afroamericana di Charleston. Il giovane è al momento ricercato e indossa stivali, jeans e una maglietta grigia. Sarebbero nove le persone rimaste uccise, mentre il sindaco della città ha affermato che una persona è rimasta ferita. IL reverendo Al Sharpton, in un tweet ha comunicato che tra le vittime c’è il pastore della chiesa, un senatore democratico della Carolina del Sud, Clements Pinkney, di 41 anni e padredi due figli.

A essere presa di mira dall’uomo è stata la chiesa episcopale metodista African Emanuel, che nel sui sito web si descrive come una delle congregazioni nere più grandi ed antiche a sud di Baltimora. Sembra che nel momento in cui il 21enne ha fatto irruzione nel luogo di culto si stesse riunendo un gruppo di studio sulla Bibbia. Inoltre dopo la sparatoria si è diffusa la notizia di un allarme bomba nella zona della chiesa. Alcune persone sono state evacuate dalla polizia, ma non sono stati trovati ordigni.

Charleston è la città in cui un poliziotto bianco è stato incriminato per aver sparato alle spalle a un giovane nero, Walter Scott, uccidendolo. Il reverendo Pinckney era stato uno dei simboli della veglia per Scott.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.