DOMENICA 12 APRILE 2015, 18:10, IN TERRIS

CEDE UN PILONE: LA SICILIA E' DIVISA IN DUE

Una frana causata dalle falde acquifere metterà in seria difficoltà i trasporti nell'isola fino all'estate

AUTORE OSPITE
CEDE UN PILONE: LA SICILIA E' DIVISA IN DUE
CEDE UN PILONE: LA SICILIA E' DIVISA IN DUE
Per mesi la Sicilia rimarrà tagliata in due. I danni economici per gli operatori sono incalcolabili, le attività produttive delle Madonie sono in ginocchio, insomma, è una vera e propria emergenza per tutta l’aria del centro Sicilia e non solo. Tutto questo a causa del crollo di un pilone dell’autostrada che collega Catania con Palermo. La causa è stata individuata dopo un sopralluogo da parte dei tecnici, e sarebbe stato provocato da una frana a valle dell’intera montagna di contrata Favarella a causa di un’antichissima falda acquifera rimpinguata dalle piogge degli ultimi mesi. Tra i primi interventi c’è certamente quello di demolire la campata dell’autostrada che si è poggiata per evitare il crollo totale delle due carreggiate di marcia. Nelle prossime ore si deciderà se far intervenire l’esercito per demolire i piloni con micro cariche, oppure si opterà per enormi mezzi meccanici.

Intanto, per porre rimedio ai disagi per gli automobilisti è stato convocato un vertice urgente in Prefettura, a cui sono presenti i sindaci delle Madonie capeggiati da Calogero Lanza, primo cittadino di Caltavuturo. “Sono state individuate le vie alternative sia per i mezzi leggeri sia per i mezzi pesanti – ha detto il sindaco Calogero Lanza – oltre a ripristinare l’intera area oggetto della frana chiedo che ci si occupi delle arterie statali e provinciali utilizzate in sostituzione della A19”, inoltre, per permettere agli automobilisti di percorrere le tratte in sicurezza è necessario, secondo il primo cittadino, attivare a Caltavuturo h24 il servizio del 118 e permettere l’utilizzo della pista di elisoccorso completata nelle scorse settimane, altrimenti i cittadini non saprebbero a chi rivolgersi il caso di emergenza.

Una buona notizia, dopo l’autorizzazione a operare sono al lavoro anche i tecnici della Telecom per ripristinare i tre cavi a fibra ottica danneggiati che da ieri notte hanno mandato in tilt le linee telefoniche in dodici paesi delle Madonie, nelle prossime dovrebbero tornare a funzionare sia internet sia la linea fissa telefonica sia la telefonia mobili di alcuni operatori.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini
Il sistema Kepler 90 e il nostro a confronto:
KEPLER

Scoperto il gemello del Sistema Solare

Formato da otto pianeti, dista 2.545 anni luce
Polizia
OSTIA

Arrestati ex dirigente del Municipio e due imprenditori

Accusati di corruzione, abuso d’ufficio, falsità ideologica e millantato credito
MEDICI E VETERINARI

Nuovo sciopero a febbraio

Fermi i giorni 8 e 9. Sindacati: "La sanità pubblica è in emergenza"
Il premier Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Dublino e relocation scogli in discussione Ue"

Lo ha detto il premier italiano dal summit europeo di Bruxelles
L'esito del voto sul Biotestamento (Lapresse)

Congiura contro la vita

Il cupo sodalizio tra Pd e Movimento 5 stelle sul fine vita ha determinato al Senato della Repubblica...
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Nessun favoritismo, non mi dimetto"

Il sottosegretario ospite a 'Otto e mezzo'. Scontro con Travaglio: "Fossi stata uomo non mi avrebbe tratta...
Andrea La Rosa
ANDREA LA ROSA

Ex calciatore ucciso: fermati madre e figlio

Il corpo era nel bagagliaio dell’auto guidata da Antonietta Biancaniello