MERCOLEDÌ 17 MAGGIO 2017, 17:56, IN TERRIS

Catania, non praticarono il cesareo per non fare straordinari: 3 dottoresse rinviate a giudizio

Secondo l’accusa, la procedura e “il non aver informato della situazioni i colleghi del turno successivo avrebbe causato la nascita del neonato con lesioni gravissime”

REDAZIONE
Catania, non praticarono il cesareo per non fare straordinari: 3 dottoresse rinviate a giudizio
Catania, non praticarono il cesareo per non fare straordinari: 3 dottoresse rinviate a giudizio
Non praticarono un parto cesareo e falsificarono il tracciato di una partoriente per non fare gli straordinari e smontare dal loro turno in orario. Per questo la Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio di tre dottoresse dell'ospedale Santo Bambino con le accuse, a vario titolo, di lesioni colpose, omissioni e falso ideologico. L'udienza preliminare è fissata per il prossimo 22 maggio.

Il caso


Le tre dottoresse, che erano già state sospese dall'attività medica lo scorso dicembre, secondo l'accusa avrebbero male operato in un parto travagliato che ha provocato lesioni cerebrali e psicomotorie ad un bambino che oggi ha 22 mesi. Secondo quando emerso dalle indagini "per evitare di rimanere a lavorare oltre l’orario previsto, avrebbero omesso di eseguire un parto cesareo, nonostante i molteplici episodi di sofferenza fetale emersi dal tracciato". Inoltre, le tre dottoresse per "simulare una inesistente regolarità nell’esame medico avrebbero somministrato atropina alla gestante". Secondo l’accusa, la procedura e “il non aver informato della situazioni i colleghi del turno successivo avrebbe causato la nascita del neonato con lesioni gravissime”. Il piccolo, infatti, è nato con un giro di cordone ombelicale intorno al collo ed ha riportato così lesioni gravissime: “encefalopatia ipossico-ischemica, tetra paresi spastica, grave ritardo neuro psicomotorio, indebolimento del tronco neuroencefalico“.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano